Towering: Wind e 3 vorrebbero cedere le torri di tlc. Si fa avanti DMT

Il colosso milanese potrebbe presto diventare il passaggio obbligato per l’attività di radiodiffusione in Italia


Secondo il quotidiano economico-finanziario Italia Oggi, in data odierna (pag. 24), Wind e 3 intenderebbero cedere la proprietà della propria rete di torri per telefonia mobile, con l’obiettivo di ridurre gli elevati costi di gestione. La notizia, che Italia Oggi ha a sua volta appreso dal Wall Street Journal, testata che ha raccolto una dichiarazione in tal senso di Naguib Sawiris, il magnate egiziano che controlla con la sua Orascom anche Wind, ha fatto sobbalzare gli operatori sulla sedia: a dichiararsi interessati all’acquisto delle infrastrutture (Wind e 3 manterrebbero infatti la titolarità delle sole antenne di telefonia mobile) vi sarebbe, oltre al fondo di private equity americano TPG, nientemeno che l’italiana DMT, che già si sta avvicinando alle duemila torri di proprietà nell’ambito radiotelevisivo. Se DMT concretizzasse l’operazione segnalata, il rischio del pagamento di un pedaggio per l’attività radiodiffusiva per gran parte delle emittenti radio-tv italiane sarebbe dietro l’angolo.

printfriendly pdf button - Towering: Wind e 3 vorrebbero cedere le torri di tlc. Si fa avanti DMT
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Towering: Wind e 3 vorrebbero cedere le torri di tlc. Si fa avanti DMT

Lifegate, Roveda: siamo l’opposto di una radio commerciale. Ma non siamo comunitari

IN ARRIVO