Tv, Auditel: per la Corte di Appello di Milano Sitcom ha ragione, ma i danni non sono quantificabili

(Adnkronos) – La Corte di Appello del Tribunale di Milano ”ha riconosciuto le ragioni del gruppo Sitcom nella causa promossa contro Auditel” sulla correttezza dei dati rilevati dalla societa’ e sulla presunta alterazione del mercato legata a dati non corretti. Ne da’ notizia lo stesso editore dei canali Alice, Leonardo, Marcopolo e Nuvolari. Il giudice, pero’, ha ritenuto non quantificabili i danni chiesti da Sitcom, alla luce delle misure correttive adottate nel frattempo da Auditel. Nella sentenza di 25 pagine, arrivata dopo quattro anni, la Corte – presidente Flavio Lapertosa, relatore Filippo Lamanna – ”ha altresi’ deciso – spiega una nota di Sitcom – che, vista la tempestivita’ della richiesta del gruppo Sitcom e della misura cautelare attivata dalla prima sezione della stessa Corte d’Appello, con il conseguente adeguamento dichiarato da Auditel alle indicazioni nel frattempo dettate dall’Autorita’ per le garanzie nelle Comunicazioni, si e’ limitato il danno strutturale al mercato”. Sitcom, ”pur vedendo ampiamente riconosciute le proprie ragioni, esprime perplessita’ circa le effettive misure correttive (e di trasparenza) dichiarate da Auditel sia in materia di governance sia in materia di rilevazione e si riserva, pertanto, le opportune valutazioni”.
 
 
printfriendly pdf button - Tv, Auditel: per la Corte di Appello di Milano Sitcom ha ragione, ma i danni non sono quantificabili