Tv. Berlusconi jr: Mediaset lanciata verso il multistandard. Murdoch concorrente tostissimo, ma litigioso. Guai se competizione con Sky diventasse guerra

Piersilvio Berlusconi ormai ammette apertamente che il futuro della tv non sarà solo il DTT. Dopo aver spinto con la massima potenza sul digitale terrestre, Mediaset prende e dà atto che il futuro sarà multistandard, con Internet in testa.

Il vicepresidente di Mediaset per l’outing sulle strategie tecnologiche del suo gruppo sceglie "Sette", il magazine del Corriere della Sera, in edicola domani. In un’intervista al settimanale, di cui sono state fornite anticipazioni, il figlio del Premier dichiara: "E’ arrivato il momento della rivoluzione per la tv. Da anni se ne parla. Il momento è arrivato. Internet, satellite, digitale terrestre, le nuove modalità on demand: il destino di un’azienda di media è moltiplicare sempre di più l’offerta". Quindi, dopo aver presidiato pesantemente una tecnologia che ormai è chiaro che nell’immediato futuro subirà un’aggressione fortissima da parte della televisione via internet, Berlusconi jr cerca di recuperare il tempo perduto, correndo nella direzione della rete e segnatamente del lucroso business della tv on demand, di cui in Europa è stata apripista la BBC e in Italia La 7 (Telecom Italia Media).  Il vicepresidente del più importante gruppo tv italiano cerca poi, con l’occasione, di buttare acqua sul fuoco a riguardo della nuova agenzia giornalistica di Mediaset che fornirà i contributi ai telegiornali delle reti di proprietà, e che aveva spinto i giornalisti del TG4 a minacciare uno sciopero (poi rientrato). "L’autonomia dei singoli Tg verrà enfatizzata. L’agenzia sarà un potenziamento delle nostre news con in più l’ambizione di far nascere un progetto tutto nuovo: il nostro canale all news in partenza entro il 2010", rassicura Berlusconi II. Spazio anche alla competizione con Murdoch, definito "un concorrente tostissimo, per grandezza e capacità". "Ma guai se dovesse diventare una guerra", avverte Piersilvio Berlusconi, lanciando un segnale allo Squalo.  "Le mosse più aggressive le hanno compiute loro a Sky. Il loro motto e’ "competition trough litigation" (competizione attraverso il litigio, ndr). Claim che, a Cologno, non lascia però ben sperare. 

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Tv. Berlusconi jr: Mediaset lanciata verso il multistandard. Murdoch concorrente tostissimo, ma litigioso. Guai se competizione con Sky diventasse guerra

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL