Home Radio e TV Tv locali. Alleanza fra Telenorba, Canale 21 e Antenna Sicilia sotto la...

Tv locali. Alleanza fra Telenorba, Canale 21 e Antenna Sicilia sotto la regia di Sport Network. Da ottobre pomeriggio con programmi in comune. Torna vero modello syndication?

SHARE
Canale 21, Antenna Sicilia, Telenorba, Sport Network

Sotto la regia della attivissima concessionaria Sport Network, saranno Anna Falchi e Michele Cucuzza a caratterizzare il nuovo pomeriggio televisivo comune della pugliese Telenorba, di Canale 21 di Napoli e Roma e di Antenna Sicilia di Catania.
L’iniziativa partirà in ottobre e amplia decisamente quella già segnalata su questo sito in aprile, che vedeva il programma del pomeriggio di Telenorba con Cucuzza ritrasmesso anche da Antenna Sicilia; questa volta sarà della partita anche Canale 21, Tv dalla lunga tradizione ma anche progressivamente cresciuta e diventata negli ultimi anni una vera ‘forza’ nel mondo delle Tv locali non solo della Campania ma anche del Lazio (come abbiamo ricordato in un altro nostro articolo dei mesi scorsi).

A ‘patrocinare’ e promuovere a dovere questa interessante idea di un ‘pomeriggio televisivo comune’ del Sud Italia (data l’ottima copertura delle tre emittenti nelle regioni meridionali della Penisola e anche, peraltro, del Lazio) è poi la concessionaria del gruppo Amodei Sport Network, che, oltre ai giornali e a qualche Radio, cura da qualche tempo la raccolta di alcune Tv nazionali e di un bel gruppo di Tv locali leader (sono quelle ex Publishare, lo ricordiamo). A volere l’ingresso di Sport Network in un settore complicato come quello delle Tv locali è stato qualche anno fa Aldo Reali, amministratore delegato di Sport Network, che ha molto ampliato la gamma dei mezzi di quella che prima era quasi solo una ‘concessionaria sportiva’. Ultimo elemento preliminare da segnalare è che le tre Tv in questione sono caratterizzate non solo dalla forte audience ma anche dalla presenza al numero 10 del telecomando.

Ma veniamo al sodo. Il nuovo progetto si chiama appunto ‘Pomeriggio al Sud’ e prevede a partire dalle prossime settimane un palinsesto pomeridiano dalla formula e dai contenuti comuni per Telenorba, Canale 21 e Antenna Sicilia, che si rivolgerà a un pubblico potenziale calcolato in circa 20 milioni di telespettatori. Saranno due i format che andranno a comporre il palinsesto pomeridiano di cui sopra: si tratta di ‘Anna e i suoi fornelli’ e di ‘Buon Pomeriggio’.
Si partirà già alle 13-13.30 con ‘Anna e i suoi fornelli’, si parlerà di cucina nelle articolazioni più opportune per il pubblico coinvolto (Puglia, Campania, Sicilia e anche Lazio, grazie a Canale 21, sede di Roma) e l’Anna in questione è proprio Anna Falchi, che avrà al suo fianco una serie di noti chef.

Alle 14.45 entrerà poi in scena Michele Cucuzza con ‘Buon Pomeriggio’, l’ormai classico appuntamento pomeridiano (di Telenorba) con l’informazione e l’intrattenimento, e si andrà avanti fin verso le 17.15. Cucuzza sarà ancora affiancato da Mary De Gennaro e Stefano Palatresi, con ospiti d’eccezione anche del mondo dello spettacolo, e naturalmente andrà a nozze in quella collocazione che tanta fortuna gli portò per diversi anni in Rai.
Un altro personaggio-chiave ex Rai dell’operazione è poi Antonio Azzalini, direttore da qualche anno delle reti del gruppo Telenorba, che ‘pensa in grande’ e ha dichiarato: “I nostri programmi sono tutti realizzati con standard qualitativi molto alti, condotti da personaggi qualificati e conosciuti, scritti da autori professionisti.

Il che si traduce in una politica di palinsesto che mette al centro il day time come momento fondante della riconoscibilità della rete. Lo sviluppo della collaborazione tra Telenorba, Antenna Sicilia e Canale 21 riguarda due direttrici: la comicità, anzitutto, storicamente organizzata in Italia per scuole regionali, che in questo momento vive in Sicilia uno stato nascente ancora da sviluppare ma di grandi potenzialità. E, poi, naturalmente l’informazione, che dovrà trovare in Napoli il miglior set”.


L’idea di valorizzare i comici, in cui Puglia, Sicilia e anche Campania eccellono, pare promettente per il futuro ma intanto ecco anche le dichiarazioni del già citato Aldo Reali, amministratore delegato di Sport Network: “‘Pomeriggio al Sud’ rappresenta una grande opportunità di comunicazione per tutte le aziende che hanno la necessità di presidiare il Centro-Sud del nostro Paese.

La qualità dei programmi e la grande credibilità delle emittenti coinvolte, unite alla possibilità di realizzare branded content e product placement con il coinvolgimento diretto dei volti noti delle trasmissioni, saranno sicuramente alla base del successo del progetto. La capacità di offrire progetti tailor made gioca ormai un ruolo di fondamentale importanza nel mondo della comunicazione e lo sviluppo di contenuti redazionali contestualizzati con gli argomenti trattati è ciò che il mercato oggi chiede maggiormente ed è ciò che SNW è in grado di offrire grazie a Next Lab, la divisione nata a dicembre 2017 e creata appositamente per identificare gli obiettivi di comunicazione e tradurli in iniziative speciali”.

Reali ricorda infine che “le sponsorizzazioni legate al progetto rientrano nel piano previsto dal Dl 50/2017 finalizzato allo sviluppo delle attività economiche, il che significa che i clienti godranno delle agevolazioni fiscali rivolte agli investimenti incrementali che faranno sulle Tv locali (oltre a quelli sui quotidiani, sui periodici e sulle edizioni web delle testate stampa)”.
Chiudiamo con un’altra notizia relativa a Telenorba, riportata da ‘Il quotidiano italiano’ di Bari e riferita alla Fiera del Levante, importante manifestazione che ha caratterizzato anche quest’anno il settembre della Puglia e del Sud Italia.

Il giornale ha spiegato poco prima dell’apertura dei padiglioni: “A distribuire il segnale video agli organi di stampa ed emittenti televisive che vorranno trasmettere la cerimonia inaugurale della Campionaria sarà Telenorba. Ci siamo più volte chiesti perché il gruppo di Conversano fornisse gratis il servizio all’ente privato. La risposta arriverebbe da voci non confermate interne alla Fiera. Alla base della scelta ci sarebbe un accordo più ampio fra Telenorba e la Nuova Fiera del Levante. La Tv di Conversano trasferirebbe in un pezzo del centro congressi dell’ente la sua sede attuale, sempre all’interno del quartiere fieristico, oltre agli uffici dell’agenzia pubblicitaria Fo.no.vi.pi.
Una sorta di cambio merce, che potrebbe includere l’erogazione di altri servizi per ottenere un cospicuo sconto o addirittura la gratuità dell’affitto. Le voci, lo ricordiamo, non trovano per il momento conferme ufficiali”.
Intanto, tornando al progetto di Telenorba, Canale 21 e Antenna Sicilia, non resta che dire la classica frase: ‘se son rose fioriranno’. (M. R. per NL)