Tv. Mediaset vs Sky. Tra chiacchiere e distintivi

Gli ultimi dati ci dicono che Sky è ferma e il loro bilancio tra disdette e nuovi abbonamenti è negativo. Pensiamo di averli bloccati con la nostra offerta Premium”.

Sono le parole di Berlusconi jr, sorridente secondo il copione familiare, che nel presentare i palinsesti autunnali del Biscione tenta appassionatamente di rassicurare il mercato davanti al preoccupante -13% della raccolta pubblicitaria dei primi sei mesi del 2009 ed il difficile start-up del digitale terrestre. L’obiettivo di Cologno è quello di dirottare il core business del lungo termine dalla pubblicità alla pay tv, inseguendo Murdoch, avanguardista della scelta e oracolo della crisi della tv ortodossa. Sarà anche vero che il bilancio degli abbonamenti di Sky (che con il sat è ricevibile ovunque) è negativo, ma difficilmente ciò potrà essere imputato alla concorrenza della tv numerica di Mediaset (che non è ricevibile dappertutto ed infatti pensa di integrare la diffusione attraverso il sat), essendo più verosimile che le disdette siano pervenute per via della crisi economica. Quanti abbonati al DTT dell’azienda del Presidente del Consiglio sono infatti ex Sky? Piuttosto: quante tessere col distintivo Mediaset delle 2.200.000 (su 3.500.000 attive) scadute al 1° di luglio saranno rinnovate?
printfriendly pdf button - Tv. Mediaset vs Sky. Tra chiacchiere e distintivi