Tv, pay. Vivendi: terza proposta in arrivo per accordo su Premium

Il cda di Mediaset è convocato per domani, martedì 27 settembre, e le indiscrezioni sulla questione Vivendi-Premium si susseguono numerose: pare che, per quella data, il gruppo francese abbia intenzione di presentare una terza proposta per uscire dal pantano creatosi a seguito del suo rifiuto di tener fede all’accordo siglato lo scorso aprile con Cologno.

La tenacia dei bretoni è sicuramente apprezzabile, soprattutto se si considera che è dalla rottura avvenuta fra le due parti (a luglio) che il Biscione continua a ribadire la sua intenzione di ricorrere in Tribunale per un risarcimento di 1,5 miliardi (la prima udienza dovrebbe tenersi a marzo). Eppure, l’holding d’oltralpe non sembra intenzionata a mollare il colpo, probabilmente in vista di fine mese, termine ultimo per l’adempimento contrattuale; le notizie più recenti, vogliono che il gruppo guidato da Vincent Bolloré sia prossimo ad avanzare una terza proposta, secondo la quale sia i francesi che gli italiani prenderebbero il 40% di Premium, lasciando il resto ad un terzo operatore sulla cui identità non mancano le teorie. Alcuni dicono che potrebbe trattarsi di una telco, identificabile o in Telefonica, che già detiene l’11% della pay tv, o in Telecom, che fa sempre capo a Vivendi; alcuni parlano anche di Sky, soprattutto visto l’interesse che quest’ultima aveva già mostrato in passato per l’acquisizione della pay tv in digitale. Da Sky Italia hanno già smentito questa possibilità, e in effetti il gruppo guidato da Andrea Zappia si era mostrato interessato ad acquisire il 100% di Premium, qualche anno fa, ma non avrebbe interesse adesso a salvarla, ottenendo come premio solo un quinto del totale. Da Mediobanca, insistono ancora nel sostenere che l’opzione preferibile sia la cessione a Sky in toto, operazione che permetterebbe sia di sbarrare la porta d’ingresso a Vivendi per il mercato pay nostrano, sia a concentrare il settore, tendenza necessaria per tutte le pay tv d’Europa anche a causa della pressione dei nuovi competitor OTT; è anche per questo motivo che alcuni sostengono come Mediaset potrebbe osteggiare l’accordo con Bolloré per incassare il risarcimento e fare al contempo la corte a Sky. Quest’ultima opzione, però, sembra quella più difficilmente realizzabile: il gruppo di Murdoch è lanciatissimo e, sicuramente, potrà giovare molto delle difficoltà di Premium senza doversi inserire fra i due litiganti (specie con l’asta per i diritti sulla Champions che si avvicina); inoltre, non è detto che Vivendi debba finire per risarcire il Biscione visto che, alla luce dei conti di Premium, la tesi sostenuta dai francesi e che li spinge a rifiutare il contratto di aprile risulta molto credibile. In definitiva, se Mediaset non vuole andare a fondo trascinata dalla cancrena di Premium, è bene che trovi un accordo con i francesi e in fretta, altrimenti la situazione rischia di complicarsi. (E.V. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Tv, pay. Vivendi: terza proposta in arrivo per accordo su Premium

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL