Tv, pubblicità: anche RAI in crescita sul primo trimestre 2014 (+4%)

Il primo trimestre 2014 di Rai Pubblicità si è chiuso con una raccolta complessiva in crescita del 4%, registrando un +16% nel solo mese di marzo.

Il Consiglio di Amministrazione, presieduto da Anna Maria Tarantola e riunitosi in data 28 maggio a Roma, ha preso atto e comunicato ufficialmente i risultati economico-finanziari al 31 marzo 2014. Nel dettaglio, il comparto televisivo ha registrato un incremento del 4,4% e un +14% dei canali specializzati (come è emerso dai dati Nielsen, nello stesso periodo 2013, la concessionaria guidata dal direttore generale Fabrizio Piscopo aveva registrato una contrazione del 17% in un contesto che aveva segnato un -19%, sia complessivo sia per il piccolo schermo). Positivi anche i risultati della radio che registra una crescita pari a +7% (in linea con il settore, che ha chiuso il primo bimestre con +7,5%) e del web a quota +4%; lo stesso non si può dire per il comparto cinema che risulta in forte flessione (-30%). Proprio per risollevare quest’ultimo settore, Rai Pubblicità ha previsto una strategia di rilancio legata all’arrivo del nuovo direttore marketing Daniela La Licata e al lancio dell’app Proxee, che, inviando messaggi promozionali, permette un’interazione con gli spettatori all’interno delle 510 sale cinematografiche del circuito gestito. Da aggiungere, come riporta “Daily Media”, le iniziative speciali hanno registrato un incremento del 130%, principalmente grazie a Carosello Reloaded (in onda dal 10 marzo), che ha generato un ritorno doppio (500mila euro alla settimana) rispetto alla raccolta della stessa fascia oraria 2013, quando la rubrica non era attiva. Naturalmente, come ricorderanno i nostri lettori, la concessionaria Rai punterà tutto sugli imminenti Mondiali di calcio, al via il 12 giugno: con gli spazi, i top spot e le posizioni speciali – già esauriti – la società di Fabrizio Piscopo, scommettendo sull’effetto Brasile, si è posta come obiettivi non solo l’aumento del fatturato del mese di giugno di almeno 30 mln di euro, ma anche una crescita del +10% degli ascolti complessivi, per un totale di 11,9 mln di spettatori tra piccolo schermo, web e outdoor. La ricca e nutrita offerta editoriale, costruita attorno agli eventi calcistici e orientata verso un pubblico prettamente maschile, verrà affiancata sulle reti nazionali da una programmazione rivolta all’universo femminile con repliche nel day time di fiction come “Don Matteo”, cicli di film e telefilm a target, quali le nuove serie “Cedar Cove” e “Betrayal”. Per quel che concerne il futuro piano organizzativo, a breve saranno annunciati dai vertici gli ultimi spostamenti nel reparto marketing, capitanato da Giuseppe Oliva e il nome del nuovo responsabile di radio e di internet, le cui funzioni sono state accorpate. (V.R. per NL)
 
printfriendly pdf button - Tv, pubblicità: anche RAI in crescita sul primo trimestre 2014 (+4%)
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Tv, pubblicità: anche RAI in crescita sul primo trimestre 2014 (+4%)

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL