Un’agenzia per diffondere le tecnologie per l’innovazione

L’Agenzia, istituita con la legge finanziaria 2006, partirà con un budget iniziale di 5 milioni di euro, ed avrà il compito di ottimizzare il sistema della ricerca con quello produttivo


Il Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione, Renato Brunetta, ha presentato il 28 novembre 2008 la nuova Agenzia per la diffusione delle tecnologie per l’innovazione, che intende promuovere la competitività delle piccole e medie imprese grazie alla diffusione capillare delle tecnologie e dei servizi innovativi. Con sede presso la Camera di Commercio di Milano, sarà sottoposta ai poteri di indirizzo e vigilanza del Ministro per la pubblica amministrazione e sarà presieduta dal prof. Renato Ugo. L’Agenzia, istituita con la legge finanziaria 2006, partirà con un budget iniziale di 5 milioni di euro, ed avrà il compito di ottimizzare il sistema della ricerca con quello produttivo, grazie alla valorizzazione e alla diffusione di nuove tecnologie e nuove conoscenze, che possono concretizzarsi in brevetti ed applicazioni industriali, prodotti su scala nazionale ed internazionale. In particolare, l’Agenzia si occuperà di sostenere l’istruttoria tecnico-scientifica nell’ambito della valutazione dei progetti di innovazione industriale, specialmente di quelli previsti dall’art.1, commi 842 e seguenti, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (industria 2015), svolgendo contemporaneamente un’analisi delle necessità in termini di innovazione tecnologica a supporto degli investimenti.

printfriendly pdf button - Un'agenzia per diffondere le tecnologie per l'innovazione