Università Iulm di Milano – www.iulm.it – Master universitario biennale in Giornalismo

Iscrizioni aperte fino al 7 settembre 2007. I partecipanti ammessi sono 15


dalla newsletter del sito Franco Abruzzo.it

La frequenza dei corsi richiede un impegno quotidiano, dal lunedì al venerdì per l’intero biennio, con la frequenza obbligatoria di corsi, laboratori e attività di redazione. Le sedi del Master sono all’Università IULM (via Carlo Bo 1, Milano) e negli studi Mediaset (Palazzo dei Cigni, Segrate).

Le iscrizioni all’esame di ammissione per l’Anno Accademico 2007/2008 saranno accettate dalle ore 9.00 del 23 luglio 2007 alla mezzanotte del 7 settembre 2007 attraverso la compilazione dell’apposito modulo on line all’indirizzo http://preiscrizioni.iulm.it da casa o, in caso di impossibilità, dalle ore 9.00 del 23 luglio 2007 e fino alle ore 17.00 del 7 settembre 2007 presso i punti informatici della Segreteria Studenti IULM.

Contestualmente alla compilazione del form on line sarà possibile stampare il bollettino MAV per il versamento della tassa di iscrizione alle prove di selezione di ? 150,00, detraibile dalla tassa di iscrizione al corso in caso di ammissione. In nessuna altra circostanza è previsto il rimborso della tassa di iscrizione alle prove di selezione. In caso di smarrimento del MAV è possibile ottenere una copia dello stesso utilizzando la funzione “Ristampa bollettini” dei servizi on line dell’Ateneo inserendo, nell’apposito spazio, il codice di preiscrizione e la data di nascita del candidato; inoltre è possibile richiedere un duplicato del Mav alla Segreteria Studenti comunicando il codice di preiscrizione.

Modalità di selezione

Le selezioni per l’accesso al master, che avvengono per titoli ed esami, saranno effettuate da un’apposita Commissione, costituita secondo quanto stabilito dalla Convenzione tra Università IULM e Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti della Regione Lombardia, così come indicato al punto 6 del Bando di concorso

Calendario delle prove di selezione:

prove scritte: 26 settembre 2007 dalle ore 11.00 (i candidati dovranno presentarsi, muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità e di copia del versamento della tassa di preiscrizione, alle ore 10.00, presso l’Università IULM – Via Carlo Bo 1 – 20143 Milano – Edificio IULM 5). Non sarà ammesso l’utilizzo di dizionari e il personal computer sarà fornito dall’Università IULM.

prova orale: 16, 17, 18 ottobre 2007 dalle ore 9.30 (alla prova orale si accede previo superamento delle prove scritte. Le prove scritte si intendono superate se il candidato ottiene almeno 36/60 in ciascuna prova)

Tasse e contributi

I rata ? 4.500,00 contestualmente all’iscrizione

II rata ? 2.500,00 entro il 31 gennaio 2008

III rata ? 2.500,00 entro il 30 aprile 2008

Importo totale ? 9.500,00 (per ciascun anno di frequenza)

oltre all’imposta di bollo prevista dalla legge pari a ? 14,62, da corrispondere contestualmente alla I rata.

Contatti

Università IULM – Segreteria Studenti – Sezione Master Universitari Via Carlo Bo 1, 20143 Milano – 02 891412443 master.giornalismo@iulm.it

Bibliografia consigliata per la preparazione delle prove

a) una conoscenza approfondita dei temi di attualità, nazionale e internazionale (con una frequentazione attenta di quotidiani, riviste, programmi televisivi e radiofonici e siti web);

b) l’esercizio della scrittura giornalistica di analisi e sintesi (un utile strumento può essere il volume: “Scrivere per comunicare”, a cura di Gabriele Pallotti, Bompiani, 1999);

c) la lettura di testi capaci di offrire un quadro interpretativo generale. Sulla realtà internazionale può essere utile: “Il mondo che cambia. Come la globalizzazione ridisegna la nostra vita”, di Anthony Giddens, il Mulino, 2000. Sulla storia italiana contemporanea: “Il Paese mancato. L’Italia contemporanea dal miracolo economico agli anni Ottanta”, di Guido Crainz, Donzelli, 2003;

d) l’approfondimento dei caratteri del giornalismo italiano contemporaneo.Tra i testi più recenti: “Il giornalismo in Italia”, a cura di Carlo Sorrentino, Carocci, 2003; e “Giornalismi. Media e giornalisti in Italia”, di Angelo Agostini, il Mulino, 2004)

e) la conoscenza dell’ordinamento della professione giornalistica e dei grandi temi dell’etica professionale, che può essere approfondita con i testi e i documenti reperibili sui siti del Consiglio nazionale (www.odg.it) e del Consiglio regionale della Lombardia (www.odg.mi.it) dell’Ordine dei giornalisti

Il Master biennale in Giornalismo

(www.iulm.it/default.aspx?idPage=841)

Il Master in Giornalismo è riconosciuto dall’Ordine dei Giornalisti. Con i due anni di corso e con i suoi stage, dà l’accesso all’esame da giornalista professionista.

Entrato dal 2004 nell’offerta didattica di Campus Multimedia In·formazione, il Master è l’unica scuola di giornalismo italiana che presenta due prospettive di sicuro interesse. Da un lato propone l’esperienza e le competenze dell’Università IULM; dall’altro offre la sperimentazione sul campo nella redazione digitale e multimediale, allestita da Mediaset nella sua sede al Palazzo dei Cigni, a Milano 2.

Il biennio di studi e lavoro richiede un impegno totale e apre un orizzonte nuovo. Corsi e laboratori si alternano ad un lavoro giornalistico costante, diviso tra due redazioni pienamente operative. All’Università IULM si lavora sui mezzi della ‘tradizione’ (stampa, radio, Tv, web). Negli studi Mediaset si sperimentano le forme d’integrazione della multimedialità, con una linea di produzione completamente digitale.

Un corpo docente di prim’ordine, con giornalisti delle più prestigiose testate e insegnanti dell’Università IULM, l’integrazione fra teoria e pratica è la cifra distintiva di un programma formativo all’avanguardia.

Una scuola per il giornalismo multimediale

Come si diventa giornalisti, oggi in Italia? E poi, soprattutto di quali giornalisti ci sarà bisogno nei prossimi anni nel nostro Paese, come in tutta l’Europa?

Due punti fermi segnano, ormai da anni, l’orientamento della professione, delle imprese e del mondo della ricerca: il mestiere del giornalista trova nelle scuole la migliore formazione possibile; la costruzione del bagaglio professionale del nuovo giornalista non può che essere improntata all’orizzonte della multimedialità.

Per formare un giornalista la strada è, nella pratica, ancora quella della tradizione. E’ una strada faticosa. E’ necessario cercare, trovare e verificare le notizie con attenzione, scrupolo e onestà, per restituirle poi al pubblico nel modo più fedele e trasparente. Ma il giornalista deve essere capace di fare tutto ciò nelle forme più adatte alla molteplicità dei mezzi d’informazione che sono accessibili ai cittadini, dai quotidiani alla televisione, dalla radio ai periodici, fino ai nuovi strumenti: il web, il telefono, i canali digitali multimediali.

Il nuovo giornalista deve essere in grado di fare lo stesso lavoro dei vecchi cronisti, che hanno costruito la storia e la tradizione della professione. Deve però avere le competenze per potere usare tutti gli strumenti, vecchi e nuovi, che lo sviluppo tecnologico ha costruito. Deve, soprattutto, sapere interpretare i bisogni, le aspettative e i desideri dei cittadini che leggono, vedono, sentono e cercano informazioni per vivere consapevolmente nel mondo.

Solo la scuola, non più la vecchia gavetta, è in grado di offrire e formare queste competenze e le conoscenze indispensabili. Non perché la scuola formi un giornalista completo, pronto alle sfide più complesse della sua professione, ma perché la scuola è l’unica strada che possa costruire l’apertura mentale, la duttilità professionale, l’intelligenza del futuro che permetteranno di interpretare, con acume e prospettiva, tutte le sfide che il futuro della Società dell’informazione riserverà ai nuovi giornalisti.

Obiettivi

I giovani giornalisti usciti dal Master hanno un profilo professionale netto. Sono in grado di lavorare con le notizie (quelle della cronaca e quelle delle singole specializzazioni tematiche, a seconda delle inclinazioni personali). Sono in grado di fare questo lavoro nei diversi ambienti professionali e tecnologici che il mercato del lavoro offrirà loro: stampa quotidiana e periodica, televisione o radio d’attualità e di approfondimento, web, blog, canali multimediali.

Al termine di un duro biennio di studi e lavoro, il profilo giornalistico è quello di un professionista che conosce il lavoro della cronaca, della redazione e, a questo bagaglio, unisce le competenze per comprendere le necessità dell’impresa editoriale e del mercato, nella consapevolezza della responsabilità sociale della professione giornalistica.

Organizzazione

L’avvio del Master in giornalismo è previsto per i primi giorni di novembre 2007 e si concluderà con la prova finale nell’ottobre 2009.

I partecipanti ammessi sono 15.

Il calendario di massima è il seguente:

novembre 2007 – maggio 2008 (corsi, laboratori e redazione)

giugno 2008 – agosto 2008 (stage)

settembre 2008 – maggio 2009 (corsi, laboratori e redazione)

giugno 2009 – settembre 2009 (stage)

ottobre 2009 (prova finale ed esame professionale)

La frequenza dei corsi richiede un impegno quotidiano, dal lunedì al venerdì per l’intero biennio, con la frequenza obbligatoria di corsi, laboratori e attività di redazione. Le sedi del Master sono all’Università IULM (via Carlo Bo 1, Milano) e negli studi Mediaset (Palazzo dei Cigni, Segrate). Nell’ambito del programma sono previste collaborazioni con enti esterni e brevi periodi di permanenza in altre sedi, a Milano o altrove.

La prova finale consiste nella redazione di un’inchiesta giornalistica, nella relazione sulle attività didattiche e di stage.

Contenuti

Il programma didattico del Master in giornalismo è articolato nei corsi, nei laboratori, nel lavoro di redazione e nelle collaborazioni esterne.

i corsi

primo anno: Tecniche di scrittura e confezione giornalistica; Storia del giornalismo; Comunicazione visiva e trattamento grafico dell’informazione; Diritto del giornalismo e dell’editoria; Diritto e procedura penale; Multiculturalismo e media; Storia contemporanea, Il sistema dell’informazione.

secondo anno: Approfondimento radiofonico e televisivo; Videogiornalismo; Giornalismo e politica in Italia; Gestione dell’impresa editoriale (stampa); Gestione dell’impresa editoriale (Tv); Linguaggi multimediali.

i laboratori

primo anno: Giornalismo d’agenzia; Giornalismo quotidiano; Giornalismo televisivo; Giornalismo radiofonico; Giornalismo web; Giornalismo periodico.

secondo anno: Giornalismo economico; Giornalismo sportivo; Giornalismo e società; Fotogiornalismo; Giornalismo culturale.

la redazione

Il lavoro di redazione si svolge al primo anno all’Università IULM con un impegno minimo di duecentocinquanta ore, al secondo anno sarà alternato tra l’Università IULM e la redazione digitale multimediale nella sede Mediaset con un impegno minimo di seicento ore.

gli stage

Gli stage si svolgono nel periodo estivo con un impegno di almeno tre mesi per anno di corso nelle redazioni delle testate ospitanti.

I docenti

Nell’anno accademico 2006/2007 i docenti del Master sono stati:

Franco Abruzzo, presidente Ordine giornalisti Lombardia ; Angelo Agostini, docente Università IULM ; Beppe Benvenuto, Università IULM; Ivan Berni, già direttore Radio Popolare, e caposervizio la Repubblica; Gianfranco Bettetini Università Cattolica; Marco Capovilla, fotogiornalista ; Luca De Biase, caporedattore Nova; Giuseppe Di Piazza, direttore Max ; Milena Gabanelli, Report, Rai; Mario Giordano, direttore Studio Aperto; Enrico Maria Greco, Mondadori; Paolo Liguori, direttore Tg Com, Mediaset ; Giorgio Lonardi, inviato la Repubblica ; Bruno Luverà, inviatoTg1 , Rai; Caterina Malavenda, avvocato ; Matteo Marani, inviato Guerin Sportivo ; Marco Marturano, consulente politico, Università IULM ; Pierluigi Panza, Corriere della Sera; Federico Pedrocchi, Radio 24; Sandro Petrone, Tg2, Rai; Rosalba Reggio, Radio 24; Alessandro Salem, direttore generale dei contenuti RTI, Mediaset; Alessandra Scaglioni, Caporedattore Radio24; Claudio Schirinzi, Vicecaporedattore Corriere della Sera; Gabriele Tacchini, caporedattore Ansa Milano; Mario Tedeschini Lalli, Kataweb; Fabio Ventura, caposervizio grafico la Repubblica.

Direzione

Il master è diretto dal Magnifico Rettore dell’Università IULM, prof. Giovanni Puglisi (direttore responsabile della testata Lab.Iulm e coordinatore didattico), con la collaborazione del prof. Angelo Agostini (coordinatore editoriale) e del dott. Ivan Berni (caporedattore).

Alla direzione s’affianca la collaborazione del Collegio dei docenti del quale fanno parte: Giovanni Puglisi (Università IULM); Angelo Agostini (Università IULM); Ivan Berni (Università IULM); Luca De Biase (Caporedattore Nova); Andrea Delogu (Mediaset), Giuseppe Di Piazza (direttore Max); Paolo Liguori (Mediaset); Enrico Menduni (Università di Roma 3), Luigi Manconi (Università IULM); Gabriele Tacchini (ANSA); Federico Pedrocchi (Radio 24); Marco Capovilla (fotogiornalista); Mario Giordano (Mediastet)

Stage

Nelle diverse edizioni del Master, gli allievi hanno svolto stage nelle redazioni di:

Quotidiani

Corriere della Sera, Corriere Adriatico, Corriere di Verona, la Repubblica, Libero, Il Giornale, Il Sole 24 Ore, La Gazzetta dello Sport, Unità, Avvenire, Il Giorno, L’Eco di Bergamo, La Gazzetta di Mantova, La Gazzetta di Reggio, La Provincia di Como, La Prealpina, La Padania, La Stampa, Europa, Secolo XIX,

Agenzie

Ansa, Ap Com, Agr, agenzia radiofonica, Bloomberg, Radiocor, Reuters, Class

Periodici

Auto Oggi, Io Donna, Famiglia Cristiana, Gioia, Tv Sorrisi e Canzoni, Anna, Grazia

Testate radiofoniche

Radio 24, Radio Capital, Radio Vaticana

Testate televisive

BergamoTV, Primo Canale, Rai News 24, Report, Studio Aperto, Studio Sport, Tg2 Rai, Tg 3, TgR Basilicata, Tg5, Tg4, Tg Com, Sky News 24, Telelombardia, Televip, Telereporter, Telenova, Sat 2000, Telecolor.

Modalità di ammissione

Il Master è un corso di studio a numero chiuso, di durata biennale.

Il numero di iscritti per il corso che si svolge nel biennio accademico 2007/2008-2008/2009 è fissato, per l’anno accademico 2007/2008, in 15 che saranno scelti in base a selezione per titoli ed esame.

Non è prevista la partecipazione di uditori.

Possono presentare domanda di partecipazione al concorso di ammissione al master i cittadini italiani o stranieri che non abbiano compiuto il 35° anno di età alla scadenza del presente bando e che siano in possesso di diploma di laurea o di analogo titolo accademico conseguito all’estero, preventivamente riconosciuto dalle autorità accademiche, anche nell’ambito di accordi interuniversitari di cooperazione e mobilità.

I cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari in possesso di un titolo accademico straniero, che non sia già stato dichiarato equipollente a una laurea italiana, dovranno – unicamente ai fini dell’ammissione al master al quale intendono concorrere – farne espressa richiesta nella domanda di partecipazione al concorso e corredare la domanda stessa dei documenti utili a consentire la dichiarazione di equipollenza in parola, tradotti e legalizzati dalle competenti rappresentanze italiane secondo le norme vigenti in materia per l’ammissione di studenti stranieri ai corsi di laurea delle Università italiane.

E’ requisito obbligatorio per i candidati di cittadinanza straniera la perfetta conoscenza della lingua italiana, che sarà accertata nelle prove di ammissione.

Le iscrizioni all’esame di ammissione per l’Anno Accademico 2007/2008 saranno accettate dalle ore 9.00 del 23 luglio 2007 alla mezzanotte del 7 settembre 2007 attraverso la compilazione dell’apposito modulo on line all’indirizzo http://preiscrizioni.iulm.it da casa o, in caso di impossibilità, dalle ore 9.00 del 23 luglio 2007 e fino alle ore 17.00 del 7 settembre 2007 presso i punti informatici della Segreteria Studenti IULM.

I dati necessari per effettuare l’iscrizione, on line, all’esame di ammissione sono i seguenti:

– dati anagrafici, compreso il Codice Fiscale;

– dati di residenza;

– titolo di studi di scuola secondaria superiore;

– denominazione, comune e provincia della scuola media superiore;

– titolo di studi universitario conseguito entro i termini di scadenza del bando.

Al termine dell’operazione è possibile stampare un prospetto dei dati inseriti e la dichiarazione sostitutiva di certificazione da compilare in ogni sua parte e da inviare a mezzo raccomandata A.R., entro e non oltre l’ 8 settembre 2007 (farà fede la data del timbro postale), a Università IULM – Segreteria Studenti – Sezione Master Universitari – Via Carlo Bo, 1 – 20143 Milano unitamente a:

1. una autocertificazione del possesso dei diritti civili e politici nonché della inesistenza di condanne penali o di procedimenti giudiziari in corso;

2. un breve curriculum vitae del candidato ed ogni altro titolo valutabile che contribuisca a formare il punteggio della graduatoria;

3. una fotocopia del versamento, effettuato tramite bollettino Mav, relativo alla tassa di iscrizione alle prove di selezione;

4. una fotocopia del codice fiscale.

Contestualmente alla compilazione del form on line sarà possibile stampare il bollettino MAV per il versamento della tassa di iscrizione alle prove di selezione di ? 150,00, detraibile dalla tassa di iscrizione al corso in caso di ammissione. In nessuna altra circostanza è previsto il rimborso della tassa di iscrizione alle prove di selezione. In caso di smarrimento del MAV è possibile ottenere una copia dello stesso utilizzando la funzione “Ristampa bollettini” dei servizi on line dell’Ateneo inserendo, nell’apposito spazio, il codice di preiscrizione e la data di nascita del candidato; inoltre è possibile richiedere un duplicato del Mav alla Segreteria Studenti comunicando il codice di preiscrizione.

L’Università non ha alcuna responsabilità per il caso di dispersione di comunicazioni, dipendente da inesatte indicazioni della residenza e del recapito da parte dell’aspirante, da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento degli stessi, né per eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa dell’Amministrazione stessa.

Si rammenta che l’art. 142 del T.U. 1592/33 vieta la contemporanea iscrizione a più corsi di studio universitari. Ne consegue che non è possibile iscriversi contemporaneamente a più Master o ad una Scuola di Specializzazione, Dottorato di Ricerca, Corso di Laurea o Laurea Specialistica. Si ricorda, altresì, che il mancato raggiungimento del numero minimo non consentirà l’attivazione del corso.

Tutti i candidati sono ammessi alla prova d’esame con riserva: l’amministrazione provvederà successivamente ad escludere i candidati che non siano risultati in possesso dei titoli di ammissione previsti dal presente bando.

Nel caso in cui, dalla documentazione presentata dal concorrente, risultino dichiarazioni false o mendaci, rilevanti ai fini dell’immatricolazione, ferme restando le sanzioni penali di cui all’ art. 76 del DPR n. 445 del 28/12/2000, lo stesso candidato, decadrà automaticamente d’ufficio dal diritto all’immatricolazione, non verranno rimborsate le tasse pagate dall’interessato: la dichiarazione mendace di cui sopra comporterà infine l’esposizione all’azione di risarcimento danni da parte di controinteressati.

Modalità di selezione

Le selezioni per l’accesso al master, che avvengono per titoli ed esami, saranno effettuate da un’apposita Commissione, costituita secondo quanto stabilito dalla Convenzione tra Università IULM e Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti della Regione Lombardia, così come indicato al punto 6 del Bando di concorso

Calendario delle prove di selezione:

prove scritte: 26 settembre 2007 dalle ore 11.00 (i candidati dovranno presentarsi, muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità e di copia del versamento della tassa di preiscrizione, alle ore 10.00, presso l’Università IULM – Via Carlo Bo 1 – 20143 Milano – Edificio IULM 5)

Non sarà ammesso l’utilizzo di dizionari e il personal computer sarà fornito dall’Università IULM.

prova orale: 16, 17, 18 ottobre 2007 dalle ore 9.30 (alla prova orale si accede previo superamento delle prove scritte. Le prove scritte si intendono superate se il candidato ottiene almeno 36/60 in ciascuna prova)

Tasse e contributi

I rata ? 4.500,00 contestualmente all’iscrizione

II rata ? 2.500,00 entro il 31 gennaio 2008

III rata ? 2.500,00 entro il 30 aprile 2008

Importo totale ? 9.500,00 (per ciascun anno di frequenza)

oltre all’imposta di bollo prevista dalla legge pari a ? 14,62, da corrispondere contestualmente alla I rata.

Diritti di mora:

Il ritardato versamento delle rate universitarie comporta un contributo di mora fisso di ? 75,00.

Agevolazioni e borse di studio

La Banca Monte dei Paschi di Siena si rende disponibile a finanziare, a condizioni di particolare favore, l’importo del contributo per l’accesso al Corso.

Per informazioni rivolgersi allo sportello Monte dei Paschi di Siena di Cologno Monzese chiamando i numeri 02/25149317 oppure 02/25397206

Eventuali borse di studio possono essere messe a disposizione da enti pubblici o privati. Per l’attribuzione concorrono requisiti di merito che comprendono i risultati degli esami di profitto, la frequenza e, al termine del secondo anno, l’esame finale. Sarà tenuto conto della volontà espressa dagli erogatori delle Borse di studio private, nei bandi di cui verrà data comunicazione.

Contatti

Università IULM

Segreteria Studenti

Sezione Master Universitari

Via Carlo Bo 1, 20143 Milano

02 891412443

master.giornalismo@iulm.it

printfriendly pdf button - Università Iulm di Milano - www.iulm.it - Master universitario biennale in Giornalismo
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Università Iulm di Milano - www.iulm.it - Master universitario biennale in Giornalismo

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL