Web. Facebook: niente adv per pagine con fake news. Ora le bufale moriranno di fame?

fake news facebook - Web. Facebook: niente adv per pagine con fake news. Ora le bufale moriranno di fame?

Continua a tenere banco il caso delle fake news che ormai infestano la rete. Facebook ha ulteriormente inasprito i provvedimenti per le pagine che pubblicheranno notizie false: in caso di reiterazione dell’infrazione all’account verrà impedito di ospitare pubblicità.
Il famoso social ha intenzione di stroncare il problema all’origine eliminando le sponsorizzazioni a tutti colori che creano post con bufale. La nuova misura è stata annunciata pochi giorni fa attraverso una breve nota sul blog ufficiale della compagnia di Menlo Park: “Abbiamo trovato casi di pagine che usano gli spot su Facebook per costruire il proprio pubblico così da distribuire fake news in modo più ampio. Adesso, se una pagina condivide ripetutamente notizie giudicate false da valutatori esterni, non potrà più comprare spazi pubblicitari”.
Seguendo in parte ciò che sta facendo Google, Facebook ha intrapreso un percorso che prevede il disincentivo economico, una sanzione che, va precisato, verrà eliminata nel momento in cui i trasgressori sceglieranno di agire in modo responsabile. Accanto ad una pars destruens, Zuckerberg proseguirà nella propria campagna di sensibilizzazione degli utenti basata sul decalogo consultabile attraverso il tool in alto al NewsFeed. (M.R. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Web. Facebook: niente adv per pagine con fake news. Ora le bufale moriranno di fame?

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL