Agcom Delibera 476/10/CONS

Costituzione del tavolo tecnico per l’adozione della disciplina di dettaglio concernente la promozione della produzione della distribuzione di opere europee, ad opera dei fornitori di servizi di media audiovisivi a richiesta ai sensi dell’articolo 44, comma 7 del Testo Unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici.

 
L’AUTORITÁ
 
NELLA sua riunione di Consiglio del 16 settembre 2010;
VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante "Istituzione dell’Autorità per le
garanzie nelle comunicazioni e norme sui sistemi delle telecomunicazioni e
radiotelevisivo", pubblicata nel Supplemento ordinario n. 154/L alla Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana del 31 luglio 1997, n. 177;
VISTA la direttiva 2010/13/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 10
marzo 2010 relativa al coordinamento di determinate disposizioni legislative,
regolamentari e amministrative degli Stati membri concernenti la fornitura di servizi di
media audiovisivi (direttiva sui servizi di media audiovisivi) che abroga e sostituisce la
direttiva 2007/65/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio dell’11 dicembre 2007
che modifica la direttiva 89/552/CEE del Consiglio, relativa al coordinamento di
determinate disposizioni legislative, regolamentari e amministrative degli Stati membri
concernenti l’esercizio delle attività televisive, come modificata dalla direttiva 97/36/CE
del Parlamento europeo e del Consiglio del 30 giugno 1997;
VISTO il decreto legislativo 31 luglio 2005, n. 177, pubblicato nel Supplemento
Ordinario n. 150 alla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 7 settembre 2005
n. 208, come modificato dal decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 44 pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 29 marzo 2010 n. 73, recante il “Testo
Unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici, in particolare l’art. 21, comma 1-
bis;
RILEVATO che ai sensi dell’articolo 44, comma 7, del “Testo unico dei servizi
di media audiovisivi e radiofonici”, così come modificato dall’articolo 16 del decreto
legislativo 15 marzo 2010, n. 44, è attribuito all’Autorità il compito di adottare, con
procedure di co-regolamentazione, la disciplina di dettaglio, sostitutiva di quella
esistente, riguardante la promozione della produzione e della distribuzione di opere
europee da parte dei servizi di media audiovisivi a richiesta;
RILEVATO che la disciplina di dettaglio adottata dall’Autorità dovrà
conformarsi ai principi di cui all’art. 44 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 44, e a
quelli di cui all’articolo 3-decies della direttiva 89/552/CEE del 3 ottobre 1989 del
Consiglio, e successive modificazioni, secondo cui con riferimento ai servizi audiovisivi
a richiesta la promozione può riguardare, tra l’altro, il contributo finanziario che tali
servizi apportano alla produzione di opere europee e all’acquisizione di diritti sulle
stesse o la percentuale ovvero il rilievo delle opere europee nei cataloghi dei programmi
offerti dal servizio di media audiovisivo a richiesta, fermo restando quanto previsto
dall’art. 40-bis del “Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici”, così
come modificato dall’articolo 15 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 44,
concernente l’inserimento di prodotti all’interno di programmi audiovisivi
RITENUTA, stante la complessità di predisposizione della disciplina da
adottare, unitamente alla ristrettezza del termine di adozione del regolamento e alla
necessità di attivare una procedura di co-regolamentazione, l’opportunità di costituire
un tavolo tecnico cui invitare tutti i soggetti interessati, al fine di elaborare proposte per
regolamentare la promozione della produzione audiovisiva europea ad opera dei
fornitori di servizi di media audiovisivi a richiesta, secondo quanto indicato dall’articolo
44, comma 7 del “Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici”;
VISTO il documento per la costituzione e gli scopi del tavolo tecnico proposto
dalla Direzione Contenuti audiovisivi e multimediali;
UDITA la relazione dei Commissari Sebastiano Sortino ed Enzo Savarese,
relatori ai sensi dell’articolo 29 del regolamento concernente l’organizzazione e il
funzionamento dell’Autorità;
 
DELIBERA
 
Articolo 1
 
1. È costituito il tavolo tecnico per la redazione della disciplina di dettaglio di cui
all’articolo 44, comma 7 del Testo Unico dei servizi di media audiovisivi e
radiofonici.
2. Le modalità di funzionamento e gli scopi del tavolo tecnico sono riportati
nell’allegato A alla presente delibera, di cui costituisce parte integrante.
3. Il termine di conclusione dei lavori del tavolo tecnico è di sessanta giorni dalla
data di pubblicazione della presente delibera nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
La presente delibera è pubblicata, priva dell’allegato A, nella Gazzetta ufficiale della
Repubblica italiana, ed integralmente nel Bollettino ufficiale e nel sito web
dell’Autorità.
 
Roma, 16 settembre 2010
 
IL PRESIDENTE
Corrado Calabrò
 
IL COMMISSARIO RELATORE
Sebastiano Sortino
 
IL COMMISSARIO RELATORE
Enzo Savarese
 
Per attestazione di conformità a quanto deliberato
 
IL SEGRETARIO GENERALE
Roberto Viola
 
 
Allegato A alla delibera n.476/10/CONS
 
Documento recante le modalità di funzionamento e gli scopi del tavolo tecnico per
l’adozione della disciplina di dettaglio concernente la promozione della distribuzione e
della produzione di opere europee, ad opera dei fornitori di servizi di media audiovisivi
a richiesta ai sensi dell’articolo 44, comma 7 del Testo Unico dei servizi di media
audiovisivi e radiofonici, così come modificato dall’art, 16 del decreto legislativo 15
marzo 2010, n. 44.
L’articolo 44, comma 7, del “Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici”,
così come modificato dall’articolo 16 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 44,
attribuisce all’Autorità il compito di adottare, con procedure di co-regolamentazione, la
disciplina di dettaglio, sostitutiva di quella esistente, riguardante la promozione della
produzione e della distribuzione di opere europee da parte dei servizi di media
audiovisivi a richiesta.
La disciplina di dettaglio dovrà conformarsi ai principi di cui all’art. 44, comma 7 del
Testo unico così come modificato dal decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 44, e a
quelli di cui all’articolo 3-decies della direttiva 89/552/CEE del 3 ottobre 1989 del
Consiglio, e successive modificazioni, secondo cui con riferimento ai servizi audiovisivi
a richiesta la promozione può riguardare, tra l’altro, il contributo finanziario che tali
servizi apportano alla produzione di opere europee e all’acquisizione di diritti sulle
stesse o la percentuale ovvero il rilievo delle opere europee nei cataloghi dei programmi
offerti dal servizio di media audiovisivo a richiesta, fermo restando quanto previsto
dall’art. 40-bis del “Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici”, così
come modificato dall’articolo 15 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 44,
concernente l’inserimento di prodotti all’interno di programmi audiovisivi.
L’Autorità, stante la complessità di predisposizione della disciplina da adottare,
unitamente alla ristrettezza del termine di adozione del regolamento e alla necessità di
attivare una procedura di co-regolamentazione, ha rilevato la necessità di costituire un
tavolo tecnico cui invitare tutti i soggetti interessati, al fine di elaborare proposte per
regolamentare la promozione della produzione audiovisiva europea ad opera dei
fornitori di servizi di media audiovisivi a richiesta, secondo quanto indicato dall’articolo
44, comma 7 del “Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici”.
Considerato che i servizi di media audiovisivi a richiesta sono potenzialmente in grado
di sostituire, in parte, le emissioni televisive, scopo del tavolo tecnico è quello di
elaborare una proposta volta a:
– individuare le modalità attraverso cui i servizi di media audiovisivi a richiesta possano
favorire, la produzione e la distribuzione di opere europee, contribuendo così
attivamente a promuovere la diversità culturale;
– regolamentare la promozione della produzione audiovisiva europea, tenuto conto della
peculiarità dei servizi di media audiovisivi a richiesta, i quali si differenziano dalle
emissioni televisive per quanto riguarda la possibilità di scelta e il controllo che l’utente
può esercitare;
– pervenire a soluzioni il più possibile condivise in vista dell’adozione del
provvedimento finale.
Al tavolo tecnico sono invitati a partecipare i fornitori di servizi di media audiovisivi e i
produttori audiovisivi anche mediante le proprie associazioni di categoria, altri soggetti
interessati, e le istituzioni. Il coordinamento dei lavori del tavolo tecnico è affidato
all’avv. Giulio Votano, affiancato dalla dott.ssa Claudia Angrisani e dal dott. Giorgio
Greppi, funzionari della predetta Direzione.
I soggetti interessati sono invitati a far pervenire, entro 15 giorni dalla data di
pubblicazione della delibera n. 476/10/CONS nella Gazzetta ufficiale della Repubblica
italiana, la propria richiesta di adesione al tavolo nonché eventuali documenti e
memorie indirizzate a: Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni – Direzione
Contenuti Audiovisivi e Multimediali – Via Isonzo, 21b – 00198 Roma. E’ gradito,
altresì, l’inoltro anche in formato elettronico (formato Word) al seguente indirizzo email:
dic@agcom.it. La trasmissione in formato elettronico non è sostitutiva dell’invio
della relativa documentazione cartacea.
Tutti i documenti e le memorie scritte dovranno indicare, separatamente, le eventuali
parti da sottrarre all’accesso e alla pubblicazione, riportando le motivazioni in merito al
pregiudizio concreto e attuale derivante dalla messa a disposizione della
documentazione inviata nel corso dei lavori del tavolo tecnico.
Gli avvisi relativi alle riunioni del tavolo tecnico verranno pubblicati sul sito
dell’Autorità www.agcom.it.
I lavori del tavolo tecnico si concluderanno entro sessanta giorni dalla data di
pubblicazione della delibera n. 476/10/CONS nella Gazzetta ufficiale della Repubblica
italiana.
printfriendly pdf button - Agcom Delibera 476/10/CONS