Agcom e tutela dei consumatori: avviata indagine conoscitiva su servizi VoIP e traffico peer-to-peer da rete mobile

Con delibera n. 649/09/CONS, pubblicata sul proprio sito, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha dato il via ad un’indagine conoscitiva relativa a “Garanzie dei consumatori e tutela della concorrenza con riferimento ai servizi vocali su protocollo internet (VoIP) ed al traffico peer-to-peer da rete mobile”.

Obiettivo dell’iniziativa, individuato all’art. 1 del provvedimento, è quello di “analizzare i profili tecnici, economici e giuridici che caratterizzano i servizi dati in mobilità, con specifico riguardo al VoIP e al peer-to-peer” in modo da verificare la possibilità di attuare eventuali interventi al fine di tutelare la concorrenza, nonché i consumatori e gli utenti finali. L’attenzione dell’Agcom su questo settore muove dalla considerazione della sempre maggiore importanza assunta oggi, nel mercato, dai servizi dati in mobilità e del continuo aumento della spesa sostenuta dai consumatori e dagli utenti finali per tali servizi. Al centro dell’analisi sono, in particolare, gli aspetti economici, tecnici e giuridici correlati alle pratiche di gestione del traffico dati (c.d. traffic management) dirette a limitare l’uso delle applicazioni VoIP e il traffico peer-to-peer, nonché i profili concorrenziali che contraddistinguono tali pratiche. La situazione odierna, si spiega nel preambolo della delibera, vede i fornitori di servizi di comunicazione in mobilità utilizzare tecniche di gestione del traffico dati che, se da un lato sono in grado di contribuire a migliorare la qualità dei servizi premium e la sicurezza delle comunicazioni, dall’altro lato possono essere impiegate in modo tale da comportare il rischio di ostacolare l’uso di differenti servizi e applicazioni o di deteriorarne la qualità. L’Autorità vuole valutare l’opportunità di stabilire una serie di misure – a tutela dell’utente e a garanzia di condizioni non discriminatorie nella procedura di gestione del traffico dati – come la fissazione di livelli minimi di qualità relativi ai servizi di trasmissione dati in mobilità, con specifico riguardo alle suddette pratiche, e l’individuazione di “nuovi requisiti di trasparenza delle offerte rivolte ai consumatori e agli utenti finali (…)”. Ciò per assicurare ai medesimi consumatori e utenti di ricevere “informazioni complete, chiare e tempestive circa la natura del servizio acquistato, le modalità di gestione del traffico ed il loro impatto sulla qualità del servizio reso, le eventuali modifiche contrattuali, nonché qualsiasi altra limitazione (ad esempio tetti massimi alla larghezza di banda o la velocità di connessione disponibile) che il gestore intenda introdurre nei contratti stipulati o da stipulare con i consumatori e gli utenti finali”. Dal punto di vista giuridico si dovrà tenere conto della riforma in atto, a livello comunitario, che interessa la regolamentazione dei servizi e le reti di comunicazione elettronica. Come si legge nel preambolo del provvedimento, la nuova Direttiva Quadro, approvata mediante l’accordo concluso il 5 novembre scorso tra Parlamento europeo e Consiglio ed intitolata “The new Internet Freedom Provision”, prevede, tra l’altro, che gli Stati membri, nell’adottare misure in merito all’accesso o all’uso, da parte degli utenti finali, dei servizi di comunicazioni elettroniche, sono tenuti a rispettare i fondamentali diritti e libertà delle persone, con la precisazione che eventuali misure che comportino restrizioni ai diritti fondamentali e alle libertà individuali possano essere imposte solo se ritenute appropriate, proporzionate e necessarie in una società democratica, e che la loro implementazione sia soggetta ad adeguate garanzie di ordine procedurale. Chi volesse partecipare all’indagine conoscitiva deve fare pervenire all’Autorità memorie, documenti e pareri entro 30 giorni dalla data in cui la delibera n. 649/09/CONS verrà pubblicata nella Gazzetta Ufficiale. (D.A. per NL)
 
printfriendly pdf button - Agcom e tutela dei consumatori: avviata indagine conoscitiva su servizi VoIP e traffico peer-to-peer da rete mobile