Agenda digitale, Nieri (Mediaset) a governo: sia disciplinato adeguatamente Internet come medium, ma siano anche tutelati i broadcaster tv nazionali

"Il governo deve disegnare un sistema della comunicazione dove anche Internet sia inserito in un contesto giuridico rispettoso dei diritti umani e della concorrenza, difesa della proprietà intellettuale compresa".

E’ questo il pensiero del membro del CdA e del Comitato esecutivo di Mediaset Gina Neri, secondo la quale, nell’era di internet, in un contesto sempre più internazionalizzato è indispensabile che il governo sappia difendere "i broadcaster che da soli, insieme a major e produttori indipendenti, continuano ad alimentare l’industria dei contenuti con investimenti rilevanti e capaci di difendere e promuovere la cultura europea". Mediaset, inoltre, chiede al nuovo governo di mantenere un ruolo primario nell’attuazione dell’Agenda digitale italiana ed europea. "Diffusione delle reti e tecnologia sono strumenti indispensabili per eliminare il digital divide, e contenuti originali disponibili per tutti sono il fine precipuo di una democrazia aperta e plurale", ha spiegato la Nieri in un’intervista sull’argomento a Prima Comunicazione. (E.G. per NL)
printfriendly pdf button - Agenda digitale, Nieri (Mediaset) a governo: sia disciplinato adeguatamente Internet come medium, ma siano anche tutelati i broadcaster tv nazionali