Brunetta e i fannulloni della P.A. L’Ispettorato Territoriale Calabria del MSE-Com non ci sta

Dopo il blog dei funzionari dell’I.T. Liguria, un’altra iniziativa tesa a prendere posizione sull’incredibile stato di abbandono (politico e finanziario) degli organi periferici del Ministero dello Sviluppo Economico – Comunicazioni


L’Ispettorato territoriale per la Calabria (o meglio, la Dipendenza operativa provinciale di Reggio Calabria) si oppone, per voce di un sindacato, alla campagna del ministro Brunetta, documentando la ritenuta bontà del proprio operato con una relazione inviata al segretario generale Marcello Fiori del MSE-Com, al direttore generale della Pianificazione e gestione dello spettro radioelettrico Francesco Troisi ed al dirigente generale dell’Ufficio Studio e Ricerca Giuseppe Virgillito (che poi è proprio l’ex direttore dell’I.T. Calabria). L’obiettivo dichiarato è quello di “rivendicare la dignità di questi lavoratori, che si sentono fortemente danneggiati dalla campagna mediatica diffamatoria rivolta nei confronti della P.A. ed in particolar modo contro i dipendenti pubblici, ritenuti fannulloni”.
A scrivere (e a informarci di ciò) è il Coordinamento Regionale Ministero delle Comunicazioni Segreteria Regionale della CONFSAL-UNSA, che “ha ritenuto opportuno, quindi, dare voce ad una realtà che nonostante la mancanza di sufficienti risorse finanziare ed umane, continua a disimpegnare quotidianamente le mansioni che le competono”. Per scaricare la relazione in pdf cliccare qui.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Brunetta e i fannulloni della P.A. L'Ispettorato Territoriale Calabria del MSE-Com non ci sta

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL