Canone-tassa tv anche per un computer?

La RAI scarica la domanda bollente di Aduc (consumatori) sull’Agenzia delle entrate


comunicato Aduc.it

Qualche settimana fa avevamo scritto alla Rai per sapere se anche l’Aduc, in possesso di alcuni computer, dovesse pagare il canone speciale di abbonamento alle radiodiffusioni (1). La nostra richiesta e’ uno dei molti modi con cui stiamo cercando di capire il motivo per il quale il canone/tassa e’ richiesto ai cittadini anche per il solo computer, ma non alle aziende.
Oggi, per lettera semplice, dalla Rai ci giunge la seguente comunicazione:
“Con la presente vi informiamo di aver inoltrato la vostra lettera pari oggetto datata 29 ottobre u.s. per competenza all’Agenzia delle Entrate. Sara’ nostra cura rendervi noti i termini della risposta non appena perverra’. Con i migliori saluti, Stefano Argenti (direttore Direzione amministrazione abbonamenti)”.
Per capire il valore di questa non-risposta, e’ necessario ricordare quanto segue:
1. Per “Risponde Rai”, il servizio di informazione sulla tassa tv, il canone va pagato non solo per il computer, ma anche per apparecchi come iPod, videocitofono, cellulari di nuova generazione, e cosi’ via. (2)
2. Se alle richiesta di pagamento del canone si risponde di non essere in possesso di un televisore, la Rai chiede l’invio di una dichiarazione sostitutiva di atto di notorieta’ in cui il contribuente deve giurare di non avere neanche “personal computer, decoder digitali e altri apparecchi multimediali”. (3)
3. Nella lettera inviata nelle settimane passate a milioni di contribuenti che non pagano il canone, la Rai parla di tassa dovuta anche per il “personal computer”. (4)
Insomma, da una parte la Rai pretende spavaldamente il canone anche per il computer da milioni di famiglie e cittadini privati. Dall’altra, quando non si tratta di cittadini privati, ma potenzialmente di milioni di aziende, la Rai non e’ poi cosi’ sicura, e scarica la domanda bollente su altri. Se infatti la Rai ci avesse risposto in maniera affermativa, cosi’ come l’Aduc anche i quattro milioni di aziende con computer, associazioni, studi professionali, etc. dovrebbero da qui in avanti pagare il canone speciale fuori dall’ambito familiare -soggetti che oggi non lo pagano (5). Vedremo se anche l’Agenzia delle Entrate confermera’ questa illegale disparita’ di trattamento a scapito delle famiglie italiane. Nel frattempo, se il Governo facesse il suo dovere di informazione, potrebbe anche rispondere all’interrogazione parlamentare che in materia gli ha rivolto l’on. Donatella Poretti (6). Noi, per il momento, pazientiamo, attendendo Agenzia delle Entrate e Governo, ma, siccome la nostra richiesta alla Rai l’abbiamo presentata come messa in mora, fra un po’ saremo costretti a rivolgerci alla magistratura per avere una risposta: sembra assurdo, ma per sapere se e come pagare una tassa, e’ necessario rivolgersi ad un giudice…

Pietro Yates Moretti, consigliere Aduc
Qui il settore dell’Aduc dedicato al canone Rai: http://www.aduc.it/dyn/rai

Note: (1) Lettera di messa in mora: http://www.aduc.it/dyn/comunicati/comu_mostra.php?id=198538
(2) Prima indagine dell’Aduc: http://www.aduc.it/dyn/rai/comu.php?id=174094
(3) Modulo dichiarazione sostitutiva richiesto dalla Rai: http://www.aduc.it/dyn/rai/dichiarazione_rai.jpg
(4) Nelle traduzioni (pag. 2), la Rai chiede il canone anche per il computer:
http://www.aduc.it/dyn/rai/bollettino_rai.pdf
(5) Quinta indagine dell’Aduc: http://www.aduc.it/dyn/rai/comu.php?id=198240
(6) http://www.aduc.it/dyn/parlamento/noti.php?id=200145

printfriendly pdf button - Canone-tassa tv anche per un computer?
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Canone-tassa tv anche per un computer?

Lifegate, Roveda: siamo l’opposto di una radio commerciale. Ma non siamo comunitari

IN ARRIVO