CNT Informa n. 11 – Pubblichiamo il nuovo numero del bollettino del Coordinamento Nazionale Televisioni

DDL Gentiloni, audizione CNT – I.T. Campania: ondata di lettere anonime – DTT Adiconsum VDA, tavolo su modalità di switch-off – Auditel, polemiche sull’ingresso di Sky – DTT: Decoder, aggiornamenti in Sardegna – TAR: v.m.14 dopo le 22.30 anche per Sky


DDL GENTILONI – AUDIZIONE DEL COORDINATORE NAZIONALE DEL CNT

Martedì scorso presso la Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni della Camera dei Deputati ha avuto luogo l’audizione del Coordinatore Nazionale del CNT Rocco Monaco sul DDL 1825. Ricordando che il CNT è nato all’indomani delle famigerate graduatorie del Ministro Pagani allo scopo di combattere per la salvaguardia del pluralismo dell’informazione e per la tutela delle televisioni locali e indipendenti, i punti salienti sottolineati da Rocco Monaco sono stati 4: pubblicità, programmi, frequenze televisive, postazioni. Sul primo punto, si è ribadito che le risorse pubblicitarie a disposizione di oltre 500 emittenti ammontano solo al 6% (il restante 94% è preda degli operatori nazionali), e sarebbe necessario portarle se non al 50% almeno a quel 25/30% che costituisce il mercato di riferimento per le tv locali in tutti i paesi con un sistema TV avanzato. Riguardo i programmi, anche qui si registra il monopolio di Rai e Mediaset, per rompere il quale bisognerebbe prevedere l’apertura dei magazzini dei duopolisti. Quanto alle frequenze televisive, anch’esse attualmente in regime di monopolio, la priorità sarebbe, nella fase di passaggio al digitale, far dismettere completamente una rete a testa del duopolio rendendole disponibili ai nuovi operatori nel settore, ma soprattutto per gli editori indipendenti e le TV locali per migliorare la copertura. Sull’ultimo punto, le postazioni, è stato definito preoccupante il cosiddetto “towering” (concentrazione monopolistica delle postazioni di trasmissione che il CNT denuncia da molto tempo), oggi già imperante, dove domina la DMT, che sta acquistando postazioni in tutta Italia (conta di arrivare addirittura a 2000 nel prossimo anno) (…) Il CNT auspica la creazione di una società pubblica, posizione che sembra vedere favorevole lo stesso Ministro. Il Presidente della Commissione Pietro Folena ha mostrato particolare interesse e attenzione all’intervento di Rocco Monaco in particolare per la proposta sui programmi e sulle postazioni.

ISPETTORATO TERRITORIALE CAMPANIA: ONDATA DI LETTERE ANONIME

Ancora veleni nell’ambito del Ispettorato Territoriale della Campania e della emittenza radiotelevisiva dove si registra una nuova ondata di lettere anonime. Gli autori, peraltro sono facilmente individuabili nel sottobosco dell’emittenza locale ove sono in corso tentativi di occupazione di frequenze e attivazioni di nuovi impianti. Il tutto avviene in una logica di ricatti, estorsioni e in totale illegalità con la copertura di documenti falsi o falsificati. La situazione a Napoli è di estrema gravità e la soluzione potrebbe essere l’invio di una commissione ministeriale che affianchi l’attuale dirigente Ing. Pratillo nella difficile opera di pulizia affidando alla magistratura il compito di perseguire gli illeciti che continuano a essere perpetrati in Campania ai danni degli operatori del settore legittimamente in attività e dello stesso Ministero delle Comunicazioni

TV AUDITEL, DUOPOLIO E CONFLITTI DI INTERESSI – POLEMICHE PER L’INGRESSO DI SKY

Dall’1 aprile Sky Italia farà il suo ingresso nell’Auditel rendendo noti audience e share dei canali satellitari. Stando ad alcune indiscrezioni, dovrebbero fare il loro ingresso anche altri sei operatori satellitari, consentendo la pubblicazione dell’ascolto medio su base mensile. Ma, a quanto si apprende, Sky dovrebbe optare per una pubblicazione quotidiana come avviene per la Tv generalista. L’intesa tra Sky e Auditel è abbastanza naturale, dal momento che il controllo dei dati di audience e share assume una valenza sempre più strategica per la crescita di Sky. Proprio per l’importanza assunta dalla misurazione degli ascolti nella distribuzione delle risorse il ministro Gentiloni sta cercando (vedremo con quali risultati) di coinvolgere nella rilevazione l’Agcom. Tuttavia il sempre più probabile ingresso di Sky nel cda di Auditel aggraverà il conflitto di interessi di una società di rilevazione amministrata dai soggetti rilevati. Controllati e controllori, nello stesso tempo e nello stesso spazio, tanto per restare fedeli al copione dell’anomalia.

DTT DECODER – AGGIORNAMENTI IN SARDEGNA

Una notte di aggiornamenti è avvenuta tra il 21 e il 22 Marzo per i possessori di decoder DTT in Sardegna, i primi ad aggiornarsi con il nuovo sw 1151_5. Questo ‘upgrade’ sarà esteso a tutto il resto d’Italia insieme alle nuove versioni dei software degli altri modelli di decoder.

TV LOCALI CONTRIBUTI 2006 – IL GRAVE RITARDO NELL’EROGAZIONE

Entro il 18/10/06 tutti i Corecom, escluso quello della Liguria, hanno provveduto ad inviare al Mincom le graduatorie per consentire la predisposizione del riparto dei contributi 2006 ex L. 448 (pari a 89 milioni di Euro) alle emittenti locali. E’ impossibile procedere a tale riparto se anche il Corecom Liguria non presenti la graduatoria regionale, che è venuta a mancare a causa di una questione riguardante la domanda di una Tv genovese che avrebbe compreso nel fatturato anche i contributi ex L. 448. Tale situazione è stata sottoposta dal Corecom all’attenzione del Mincom. Purtroppo, però, il ritardo si protrae e a pagarne le conseguenze sono tutte le Tv locali.

TAR COMITATO TV E MINORI – ANCHE A SKY NIENTE VM 14 PRIMA DELLE 22.30

Sky incassa un primo “no” dal TAR del Lazio per quanto riguarda l’assoggettabilità della pay tv al Codice di Autoregolamentazione Tv e Minori. Rimane l’obbligo di non trasmettere prima delle 22.30 film vietati nelle sale cinematografiche ai minori di 14 anni. Soddisfatto il presidente del Comitato Tv e Minori Emilio Rossi, che vede nel pronunciamento del TAR un passo affinchè anche le televisioni satellitari osservino le regole del codice di autoregolamentazione.

AUDIRADIO I DATI DEL PRIMO BIMESTRE – NUMEROSE LE NOVITA’ NELLE MODALITA’ RILEVAZIONE

Sono usciti i dati del primo bimestre di rilevazione della nuova Indagine Audiradio 2007 sull’ascolto della radio. Come spiega il presidente di Audiradio, Felice Lioy, in una nota, “a partire da quest’anno, nel quadro delle innovazioni introdotte dal cda della società, i dati di ascolto saranno diffusi ogni 2 mesi, e quindi con una frequenza di gran lunga maggiore rispetto al passato e con una tempestività particolarmente preziosa sia per le stesse emittenti che per i pianificatori. La nuova Indagine si basa su un campione di 120.000 interviste, con un incremento di circa il 70% rispetto a quelle degli anni scorsi. Esse vengono condotte in maniera continuativa, anche durante i mesi estivi, su tutto il territorio nazionale. Inoltre, per la prima volta, le interviste vengono estese anche ai possessori di telefoni cellulari non dotati di apparecchio fisso”.

CORECOM FRIULI VENEZIA GIULIA – CONVEGNO SUL RUOLO DEI MEDIA NELL’INFORMAZIONE

Giovedì scorso si è svolto a Trieste un convegno organizzato dal Corecom e dall’Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia dal titolo “Presunto colpevole”, sul tema “Ruolo e responsabilità dei media nell’acquisizione e verifica delle notizie e rapporti con la pubblica amministrazione”. Nel corso dei lavori, si è cercato di capire come di possano applicare le regole che già esistono, tutelare la libertà di informazione e, nello stesso tempo, i diritti dei cittadini.

C.N.T. – Coordinamento Nazionale Televisioni – SEDE LEGALE: P.zza Municipio, 80 – 80133 Napoli SEDE OPERATIVA: Via Bari, 19 – 72013 Ceglie Messapica TEL. 337941697 TEL e FAX. 0804839707
SITO INTERNET: www.coordinamentonazionaletelevisioni.it
EMAIL: info@coordinamentonazionaletelevisioni.it
Direttore Costantino Federico
Reg.Tribunale di Napoli N. 4/07 del 17/01/2007
SEDE: P.zza Municipio, 80 – 80133 NAPOLI
TEL.337941697 – FAX:0818383118 – 0831377510

printfriendly pdf button - CNT Informa n. 11 - Pubblichiamo il nuovo numero del bollettino del Coordinamento Nazionale Televisioni