Crisi Rcs. La ristrutturazione sarà globale. Tagli previsti in ogni area (100 giornalisti al CorSera, 50 alla Gazzetta, 90-110 ai periodici, 58 prepensionamenti ai poligrafici)

La ristrutturazione di Rcs Mediagroup sarà globale. E non risparmierà niente e nessuno. Pietro Jovane Scott non farà prigionieri.

L’idea di massima dell’a.d. Pietro Scott Jovane, scrive MF, sarebbe quella di effettuare tagli in ogni area: 100 al Corriere della Sera, 50 alla Gazzetta dello Sport, 58 prepensionamenti ai poligrafici della Quotidiani e 90-110 ai periodici. Per le altre divisioni le stime fanno riferimento a un ridimensionamento di 100-120 unità alla Corporate, di 80-100 alla Libri e di almeno 40 alla concessionaria di pubblicità. Questi interventi saranno oggetto dell’assemblea odierna delle Rsu di Quotidiani, Periodici e Corporate, che al momento non hanno espresso una posizione ufficiale, a differenza di quanto fatto dai giornalisti di CorSera e Gazzetta (pacchetto di 10 giorni di sciopero da effettuare e la proclamazione dello stato d’agitazione) e dei Periodici (4 giorni di sciopero da ieri). Il primo stop all’uscita dei giornali è stato fissato per il cda di marzo, decisivo per la conferma del piano di tagli. (MF-DJ)
printfriendly pdf button - Crisi Rcs. La ristrutturazione sarà globale. Tagli previsti in ogni area (100 giornalisti al CorSera, 50 alla Gazzetta, 90-110 ai periodici, 58 prepensionamenti ai poligrafici)