Dagospia svela: rottura tra Feltri e Sallusti (che torna a Como come direttore del rinato “Ordine”)

C’è aria di novità in casa Libero. Alessandro Sallusti, il direttore-macchina del quotidiano diretto da Vittorio Feltri, ha definitivamente deciso di rompere la santa alleanza con il giornalista bergamasco e di andarsene


da Franco Abruzzo.it

Milano, 30 maggio 2008. A Como.Sallusti sarà il nuovo direttore del rinato Ordine, vecchio e scomparso quotidiano della città del lago che tornerà in edicola in versione “Foglio della Lombardia”. Quattro pagine di analisi politica. Distribuzione solo su base regionale. Dietro a Sallusti (ricca buonuscita dopo anni e anni e anni trascorsi a fare il giornale di Feltri senza quasi mai ottenuto un briciolo di celebrità televisiva, a differenza dei vari Giannino e Paragone), ci saranno sicuramente i ricchi imprenditori comaschi e, pare, anche la Compagnia delle Opere. Non direttamente, ovviamente, ma tramite le aziende consociate. Una spaccatura forte che si è consumata dopo mesi di tira-molla e tentati riavvicinamenti tra Feltri e Sallusti che ora, però, apre una falla importante nel desk del quotidiano degli Angelucci. Chi sostituirà il “culo-di-pietra”? Giannino no: troppo impegnato sul dorso economico, Libero Mercato. Paragone neppure: pare che non sia più nelle grazie di Feltri. La soluzione, comunque, potrebbe essere interna. A questo punto, salgono le chance di Santambrogio. (www.dagospia.com).

printfriendly pdf button - Dagospia svela: rottura tra Feltri e Sallusti (che torna a Como come direttore del rinato “Ordine”)