Deutsche Telekom mangia DVB-H a colazione

L’incumbent teutonica acchiappa le frequenze per la tv mobile, quella vera, sui cellulari. Ma sarà tutto pronto per il grande mercato solo nel 2015. E in Italia?


da Punto Informatico

Roma – Non c’è stata storia nella gara per l’assegnazione delle frequenze per il DVB-H in Germania. Ha stravinto T-Systems, costola di Deutsche Telekom, in grado – secondo la commissione federale – di soddisfare tutti i requisiti “tecnici e legali” necessari.

La Bundesrepublik seguirà dunque ciecamente i dettami della UE. DVB-H per tutti i tedeschi (o quasi): la scelta di T-System, che dal 2005 sperimenta questa tecnologia nell’area berlinese, appare dunque scontata, dicono gli esperti. In Italia, nonostante i tentativi di alcuni carrier wireless, la “mazzata” sul DVB-H è arrivata lo scorso luglio, quando la RAI ha dato una decisa sterzata verso T-DMB: si tratta di una tecnologia meno complessa e meno flessibile di DVB-H, che tuttavia dovrebbe garantire una minore spesa sul piano infrastrutturale.

A pesare su qualsiasi progetto, comunque, sono anche i tempi di messa in opera del servizio: T-Systems parla del 2008 come data di inizio dei lavori ad Hannover, in vista del CeBIT, e del 2015 come termine per la copertura del 90 per cento della popolazione, mentre per il T-DBM nei grandi centri urbani della penisola si parla di pochi mesi.
Inevitabile chiedersi quale sia la scelta che si rivelerà vincente. Tanto che c’è chi si domanda: ma nel 2015, il DVB-H esisterà ancora?

Luca Annunziata

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Deutsche Telekom mangia DVB-H a colazione

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL