Digitale terrestre. Dahlia Tv: oltre 80 milioni di euro per rilanciare il 2010

La polemica lanciata da Aduc su presunti rimborsi non concessi ai tifosi della Fiorentina (i cui diritti tv per il nuovo campionato sono stati acquisiti da Mediaset) che avevano sottoscritto un abbonamento con Dahlia Tv per ragioni prettamente calcistiche, non pare sintomatica di irrisolvibili difficoltà della tv controllata da Airplus Ab.

L’operatore pay sul digitale terrestre sembra infatti voler proseguire con un riassetto societario senza intoppi, con l’ingresso nella compagine azionaria di Filmaster Television, società che ha partecipato assieme a Telecom Italia Media e Unicredit Corporate Banking all’aumento di capitale della televisione. Nello specifico l’aumento ammonta a 51,4 milioni di euro, ai quali vanno aggiunti 30 milioni di credito concessi da Unicredit. Il socio di minoranza, Telecom Italia Media, avrebbe invece investito altri 17,4 milioni, 14,4 dei quali saranno costituiti da azioni privilegiate, convertibili e riscattabili con diritti sociali limitati. I restanti 3 saranno invece trattati come partecipazione ordinaria. Come suggerito correttamente da un contributo pubblicato in data odierna di Italia Oggi, questo aumento di capitale andrebbe piuttosto considerato alla stregua di una vera e propria “iniezione” per la sopravvivenza, ricordando che l’operatore televisivo in parola ha chiuso il 2009 con un rosso di ben 21 milioni di euro e con una raccolta pubblicitaria (attualmente in mano a Urbano Cairo) che non ha dato risultati soddisfacenti. (M.M. per NL)
printfriendly pdf button - Digitale terrestre. Dahlia Tv: oltre 80 milioni di euro per rilanciare il 2010