Digitale terrestre, numerazioni LCN, provocazione di Retecapri: “Vogliamo essere tra i primi tre programmi”

In un comunicato inviatoci oggi, l’emittente nazionale ReteCapri torna sulla irrisolta questione dei numeri LCN, sulla quale Agcom ha in corso un’istruttoria.

La stazione caprese informa che "Secondo alcune indiscrezioni di fonte industriale, così come confermato anche da altre fonti, l’Agcom avrebbe già stabilito le prime dieci posizioni del telecomando", che vedrebbero in sequenza "Le tre reti Rai, le altrettante di Mediaset, di TIMedia (con La 7 e MTV) poi ReteCapri e Rete A". Ma la stazione di Costantino Federico non si accontenta della (eventuale) posizione numero 9 del telecomando, puntando – con quella che è evidentemente una provocazione – addirittura ad un posto tra i primi tre programmi. "Su tali indiscrezioni riguardanti le decisioni dell’Agcom – sottolinea il "network del Sud" – ReteCapri dichiara di essere in diritto di ottenere una posizione tra i primi 3 del telecomando considerato che ha dovuto sopportare oltre venti anni di emarginazione illegittima determinata dal duopolio Rai-Mediaset che ha danneggiato enormemente le emittenti nazionali indipendenti". Cosciente tuttavia che tale ipotesi risulta, a dir poco, improbabile, Retecapri torna però immediatamente coi piedi per terra, evidenziando che "In ogni caso, considerato l’alto grado di complessità della questione, pur di mettere fine ad una interminabile stallo, resta disponibile ad accettare posizioni più basse rispetto alle prime tre pur di chiudere una vicenda scandalosa protrattasi per anni". Su una cosa però l’emittente di Federico pare non transigere: "la pretesa di essere posizionata prima di Rete A che ha già offerto le sue frequenze a “Cielo”, il neonato canale di Sky che non può occupare una posizione di privilegio considerata la sua recente nascita rispetto ad emittenti storicamente presenti nel mercato analogico". “ReteCapri – dichiara l’editore nel comunicato – ha dovuto subire negli anni notevoli soprusi derivanti dal mancato rispetto della libera concorrenza e del pluralismo nel mercato radiotelevisivo, ed è intenzionata a porre fine a guerre avviate per garantire semplicemente i propri legittimi e sacrosanti diritti. Le decisioni dell’Agcom potrebbero finalmente aprire uno spiraglio di luce nel mercato della televisione digitale terrestre, un primo passo verso l’apertura ai principi dettati sia dalla legislazione interna che dall’Unione Europea”. Resta da vedere cosa ne pensa Cielo, che difficilmente concorderà sugli intendimenti di Retecapri.

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Digitale terrestre, numerazioni LCN, provocazione di Retecapri: "Vogliamo essere tra i primi tre programmi"

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL