Digitale terrestre: ok per il primo giorno del Trentino

Il primo switch-off nel Trentino ha riguardato le Valli Giudicarie, per un totale di 22 mila persone, e il bilancio è positivo. Gli impianti aperti funzionano regolarmente. Dalle ore 10 del 15 ottobre, tutte le emittenti hanno cessato di trasmettere in questa zona in modalità analogica.

Come previsto, Rai e Mediaset hanno coperto l’intero territorio, garantendo la precedente copertura della televisione analogica. Buona la copertura delle televisioni locali, Rttr e Tca, mentre sono rimasti bui i segnali di Tele Pace. Un impianto attivo per Telecom La7 sulla postazione di Zuclo che serve la zona di Tione. Giornata tranquilla, quella del primo giorno, anche al centralino 800.961.924, allestito dalla Provincia autonoma di Trento per gli Ultra 75 anni: fino al tardo pomeriggio sono state 36 le richieste di aiuto, buone parte delle quali arrivate dal capoluogo Trento (13 chiamate), zona di Rovereto (8) e Valli Giudicarie (9).  Temperature polari per il battesimo della televisione digitale in Trentino. Quando le prime squadre di tecnici si sono mosse verso gli impianti, la colonnina di mercurio segnava -7 gradi. Il freddo però non ha fermato il lavoro di sostituzione degli impianti. In sintesi questa è la situazione della prima giornata (aggiornamento delle ore 17).  Rai. Tutti gli impianti analogici sono stati sostituiti ed sono entrati in attività gli impianti digitali a partire dalle ore 10 di stamattina. La copertura per le reti di Stato è totale. Mediaset. Anche in questo caso la copertura, così come annunciato è totale con tutti gli impianti digitali in attività.  Telecom La7. L’azienda ha spento gli impianti analogici e per il momento ha attivato l’impianto di Zuclo che serve Tione.  Tele Pace. Stessa scelta anche per Tele Pace che ha spento l’analogico ma non ha acceso il digitale. Lo farà nei prossimi mesi. Rttr. In programma erano previste 4 postazioni digitali su 8 precedenti, con una copertura della popolazione di circa il 65%. Tre impianti sono in funzione e 1 dovrebbe essere stato attivato nella serata, mentre rimarranno spente 4 postazioni. In particolare, l’emittente di via Zanella a Trento non attiverà per il momento i ripetitori di Castel San Giovanni, Monte Melino, Seo e Lundo. In forse il Monte Suello che serve la piana di Storo con i Comuni di Bagolino, Bondone, Condino e Storo. Rttr garantisce una copertura parziale nei Comuni di Praso, Bersone, Pieve di Bono, Prezzo, Cimego e Brione. Escluse dal digitale, per il momento, le Giudicarie Esteriori con i Comuni di Bleggio Inferiore e Superiore, Fiavè, Lomaso, San Lorenzo in Banale, Dorsino e Stenico. Tca. In attività 4 ripetitori su 7, rispetto alla situazione precedente, con una copertura della popolazione di oltre l’80 per cento. Tre ripetitori non saranno accesi. Tca non si vedrà a Storo, Roncone, Lardaro, Praso, Bersone, Daone, Pieve di Bono, Prezzo Cimego, Brione, Castel Condino, Condino e Ponte Caffaro.  Giornata relativamente tranquilla anche per il centralino del numero verde 800.961.924, dedicato all’assistenza domiciliare degli Ultra 75 anni. Dalla mattina al tardo pomeriggio del 15 ottobre (ore 17) sono state 36 le persone che si sono rivolte al call center, prenotando l’intervento e chiedendo informazioni. Il numero più alto di chiamato è arrivato da Trento (13 utenti pari al 36,11%), Valli Giudicarie (9 chiamate, 25%) e Rovereto (8, 22%).
printfriendly pdf button - Digitale terrestre: ok per il primo giorno del Trentino
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Digitale terrestre: ok per il primo giorno del Trentino

Non perdere le novità dei settori radiotelevisivo, editoriale e delle telecomunicazioni

Gratis la newsletter di NL