Digitale terrestre, Piemonte: a due giorni dallo switch-off il massimo supporto della Regione all’utenza è uno scarno comunicato

A due giorni dal DTT-Day, la Regione Piemonte si sveglia dal proprio torpore e con uno scarno avviso pubblicato sul proprio sito, informa la popolazione dell’area tecnica 1 (Cuneo e Torino) della prossima migrazione tecnologica verso il digitale televisivo terrestre.

Siamo lontani anni luce dal minimo supporto all’utenza che un evento di questa portata avrebbe suggerito, ma tant’è. Questo il testo del messaggio: "Inizia la seconda fase del passaggio del Piemonte alla televisione digitale terrestre: dal 24 settembre al 9 ottobre è in programma nelle province di Torino e Cuneo e in alcuni paesi delle province di Alessandria, Biella, Novara e Vercelli il cosiddetto “switch off”: lo spegnimento definitivo di tutte le trasmissioni televisive analogiche e l’accensione di quelle digitali. Pertanto, per poter continuare a guardare tutti i programmi gratuiti in chiaro, e non più solo Rai Due e Rete4, è necessario munirsi di decoder o di televisore con decoder integrato.Per ogni informazione sono disponibili il numero verde 800.022.000 del ministero delloSviluppo economico e i siti www.decoder.comunicazioni.it e www.piemontedigitale.it".
printfriendly pdf button - Digitale terrestre, Piemonte: a due giorni dallo switch-off il massimo supporto della Regione all'utenza è uno scarno comunicato