Diritto commerciale – L’incerta individuazione della nozione di trasferimento di ramo d’azienda

Il superamento dei requisiti della preesistenza del ramo d’azienda oggetto di trasferimento e della conservazione della sua identità ex art. 2112 c.c., operato dall’art. 32, D.Lgs. n. 276/2003, ha suscitato un vivace dibattito nel mondo giuslavoristico


Ipsoa.it – di Giovanni Soccio

Si discute, infatti, sulla possibilità che la modifica intervenuta possa effettivamente aprire a ulteriori ipotesi circolatorie o debba, sulla base di un’interpretazione sistematica interna e comunitaria, conformarsi ai principi affermatisi anteriormente alla novella legislativa. La sentenza che si vuole qui commentare, nello statuire che il ramo d’azienda deve preesistere alla vicenda traslativa, testimonia la contrapposizione degli orientamenti che allo stato vanno delineandosi. La fondamentale valenza protettiva della norma in questione impone, però, un superamento di tali incertezze interpretative, sicché si possa regolare con sufficiente grado di stabilità i sempre più diffusi processi traslativi di ramo d’azienda.

Preleva gratuitamente articolo in formato pdf

printfriendly pdf button - Diritto commerciale - L'incerta individuazione della nozione di trasferimento di ramo d'azienda
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Diritto commerciale - L'incerta individuazione della nozione di trasferimento di ramo d'azienda

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL