DTT, Agon Channel: l’editore fermato a Londra è stato rilasciato su cauzione

Francesco Becchetti, editore di Agon Channel, sottoposto alcuni giorni fa agli arresti domiciliari a Londra, dove ha casa, in seguito ad un mandato della Procura albanese è stato rilasciato dietro cauzione.

Lo riferiscono le autorità consolari italiane, precisando che il rilascio è avvenuto in tempi brevi. In attesa della decisione sull’estradizione, gli è stato comunque ritirato il passaporto. Intanto la tv prosegue le trasmissioni (più che altro repliche e uno speciale su un dossier riservato dell’OSCE che mette in cattiva luce il Partito Socialista al potere in Albania) da uno studio di Roma ubicato in Piazza di Spagna 66. I capi d’imputazione a carico di Becchetti sono di «falso in documentazione» e «riciclaggio di denaro». La magistratura inglese aveva disposto gli arresti domiciliari per l’imprenditore, che entro la prima decina di dicembre dovrebbe essere estradato in Albania dove proseguono le indagini sulla sua attività. Secondo gli inquirenti, nel periodo 2007-2013, Becchetti (nella foto con la giovane moglie in occasione della faraonica presentazione della sua tv solo un anno fa) avrebbe messo in piedi «un gigantesco meccanismo di riciclaggio» produttore di «alcuni milioni di euro». Becchetti (i cui beni sono stati sequestrati) avrebbe inoltre evaso anche il fisco per una somma di oltre 5 milioni di euro. (R.R. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - DTT, Agon Channel: l'editore fermato a Londra è stato rilasciato su cauzione

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL