DTT. Alle porte del T2. In Germania il formato convince. In Italia si frena

antenna berlino - DTT. Alle porte del T2. In Germania il formato convince. In Italia si frena
La piattaforma tedesca DVB-T2/HEVC ha raggiunto i 2,2 milioni di famiglie dopo il lancio del servizio DTT di nuova generazione il 29/03/2017.
Nel dettaglio, 1,7 milioni di famiglie hanno optato per il pacchetto Freenet TV, mentre 500.000-600.000 nuclei ricevono solo i canali televisivi non crittografati, soprattutto pubblici.
E’ questo il risultato di una ricerca condotto dall’istituto Kantar TNS per conto del player Freenet Media Broadcast su 2.400 consumatori nel periodo 13/22 aprile 2017.
“Il feedback dei clienti dopo quattro settimane è incredibilmente positivo e incoraggiante e gli esiti del sondaggio confermano che abbiamo centrato l’obiettivo”, ha dichiarato Kerstin Köder, responsabile di Freenet., aggiungendo che Poche sono le difficoltà di ricezione riscontrate, che peraltro potranno essere risolte rapidamente”.
Secondo l’indagine, la maggioranza degli utenti è entusiasta della qualità delle immagini e del rapporto costo/qualità del pacchetto pay e i più hanno dichiarato di voler continuare a utilizzare Freenet TV dopo la scadenza del test gratuito (dal 01/07/2017 l’abbonamento costerà € 5,75 al mese). Rilevante che a seguito dello switch-off analogico/digitale solo il 18% degli utenti aveva rinunciato alla televisione terrestre, passando al sat, mentre ora più di 400.000 famiglie sono passate al DVB-T2 e il 9% ha manifestato intenzione alla migrazione a breve. DVB T2 300x169 - DTT. Alle porte del T2. In Germania il formato convince. In Italia si frena
Un ulteriore potenziale di crescita per il T2 risiede nel 1,4 milioni di famiglie che sono ancora indecisi o vivono in regioni in cui la copertura televisiva terrestre sarà convertita da DVB-T a DVB-T2 nei prossimi mesi.
In Italia l’avvio delle prime trasmissioni con il nuovo formato avrà luogo dal 2018, posta la necessità di conciliare gli ingenti costi previsti per l’avvicendamento tecnologico lato network provider con un sufficiente parco di tv equipaggiati con il ricevitore T2, obbligatorio sugli apparati venduti
partire dal 01/01/2017, data dalla quale sul territorio nazionale non è stato più possibile vendere quelli caratterizzati dalle vecchie codifiche DVB-T/MPEG2 o MPEG4. La transizione sarà graduale e fino al 2022 i marchi/palinsesti più seguiti saranno trasmessi in simulcast (T1-T2), anche se RAI e Mediaset hanno dichiarato che non switcheranno i canali principali fino alla definizione della data di migrazione con provvedimento avente forza di legge. La riluttanza, come comprensibile, sta nel fatto che i grandi player non hanno banda da destinare ad un mux T2 in simulcasting con il T1. Infatti, per farlo – esclusa ovviamente la rinuncia al simulcasting – dovrebbero sopprimere mux con canali SD o HD, fonte di reddito attuale, per favorire una successione in parallelo che, finché la platea di ricevitori non sarà significativa, determinerà solo costi rilevanti senza beneficio economico concreto. (E.G. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - DTT. Alle porte del T2. In Germania il formato convince. In Italia si frena

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL