DTT, Confalonieri: decisione UE di destinare i canali da 61 a 69 UHF a banda larga in mobilità limiterà sviluppo tv digitale

"La proliferazione delle offerte, la quantita’ maggiore di banda necessaria per le trasmissioni in alta definizione, richiedera’ maggiore disponibilita’ di banda per gli operatori digitali terrestri".

Lo ha affermato il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, spiegando che "in questo contesto, la direzione in cui l’Europa si muove, cioe’ l’assegnazione di parte delle frequenze finora televisive agli operatori mobili, rischia di essere penalizzante per la competitivita’ della piattaforma digitale terrestre". Nel suo intervento a un convegno, Confalonieri ha aggiunto poi che "l’ipotesi di liberare uno spicchio importante di spettro televisivo comporta per le tv un’ulteriore contrazione di spazio fisico disponibile. Il suggerimento europeo andrebbe almeno coordinato con le esigenze anche dei broadcaster di sperimentare ed attuare nuove tecnologie diffusive e soprattutto verificato con l’utilita’ vera dei servizi che gli operatori telco offrirebbero ai consumatori". (fonteMF Dow Jones)
 
printfriendly pdf button - DTT, Confalonieri: decisione UE di destinare i canali da 61 a 69 UHF a banda larga in mobilità limiterà sviluppo tv digitale
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - DTT, Confalonieri: decisione UE di destinare i canali da 61 a 69 UHF a banda larga in mobilità limiterà sviluppo tv digitale

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL