DTT. La crisi di Dahlia Tv si aggrava e si riverbera sui telespettatori

L’assemblea dei soci dell’emittente televisiva Dahlia Tv che detiene i diritti per la trasmissione delle partite di Cagliari, Catania, Cesena, Chievo, Lecce, Parma, Sampdoria e Udinese, ma anche i diritti per la trasmissione degli incontri della Serie B sul digitale terrestre, ha deciso di chiudere l’attività con effetto immediato.

Secondo quanto ha dichiarato all’ANSA l’amministratore delegato di Ti Media, Giovanni Stella, "Telecom Italia Media e Filmmaster hanno proposto una sospensione di due giorni di questa decisione per dare alla Lega il tempo necessario per predisporre una richiesta compiuta e concreta ma Airplus, l’azionista di maggioranza, non ha voluto fare la sua parte di sacrifici". Sospensione immediata delle trasmissioni, con grave danno soprattutto (ed esclusivamente) per i telespettatori. Come si legge sul sito della Gazzetta dello Sport "Due giorni di uso della banda larga costano circa 150.000 euro a cui si sommano circa 50.000 euro del prezzo dei servizi di Filmmaster. I due soci hanno chiesto al socio svedese (che detiene l’80% del capitale dell’emittente) di contribuire proporzionalmente, versando cioè in contanti nelle casse di Dahlia circa 800 mila euro". Ora il pallino della situazione è nelle mani di Airplus, che però si è detto disponibile a mettere solo 40.000 euro e, come ha ribadito Stella, "Telecom e Filmmaster non hanno potuto ovviamente accettare questa controfferta. Il liquidatore aveva chiesto un segno di attenzione che Airplus non ha voluto dare e ora, entro brevissimo, le trasmissioni verranno chiuse". La prima conseguenza (e forse anche la più importante) è che già le partite in programma domani 2 febbraio rischiano di non essere trasmesse a meno che la Lega Calcio non si inventi qualcosa. Difficile, comunque, che possa farlo in appena 24 ore. Più facile che la situazione si risolva nelle prossime settimane, magari vendendo i diritti delle squadre a Mediaset. Molto più delicata la situazione per le partite della Serie B. Intanto i grandi settimanali d’informazione radio televisiva e tra questi “Di Più Tv” in edicola oggi hanno provveduto a togliere i palinsesti delle reti: Dahlia Sport 2, Dahlia Xtreme, Dahlia Explorer. (R.R. per NL)
printfriendly pdf button - DTT. La crisi di Dahlia Tv si aggrava e si riverbera sui telespettatori