Editoria. Deloitte: crolla la pubblicità, il 2009 sarà l’anno nero per i giornali del vecchio Continente

Secondo uno studio della Deloitte ripreso oggi dal Financial Times, infatti, «uno su dieci tra giornali e riviste potrebbe essere il prossimo anno costretto a ridurre della metà le sue pubblicazioni, migrare su internet o chiudere del tutto»


(Franco Abruzzo.it) – Londra, 10 dicembre 2008. Il 2009 sarà l’anno nero per i giornali del Vecchio Continente che rischiano di vedersi «decimare» dal crollo degli introiti pubblicitari. Secondo uno studio della Deloitte ripreso oggi dal Financial Times, infatti, «uno su dieci tra giornali e riviste potrebbe essere il prossimo anno costretto a ridurre della metà le sue pubblicazioni, migrare su internet o chiudere del tutto». Le previsioni, insomma, sono nerissime. La pagella stilata dalla Deloitte sul settore dei giornali è passata da «difficile» a «impossibile». L’industria infatti dovrà nel 2009 fare i conti con una riduzione degli investimenti pubblicitari e un’ulteriore contrazione delle copie vendute. Una situazione resa ancor più difficile dalla migrazione della pubblicità verso internet. «Questa è una spirale verso il basso», ha detto al Financial Times Howard Davies, co-autore del rapporto Deloitte. «Le condizioni del mercato, già difficili, saranno ancora peggiori». E neppure il web potrà correre in aiuto dei travagliati giornali di carta. «Neppure il sito online più di successo può compensare le perdite del suo corrispettivo cartaceo», analizza il rapporto. Che mette poi in guardia gli editori. Il ritorno alla redditività non può essere raggiunto con pesanti tagli al personale: la via da intraprendere è quella di trovare risparmi con i fornitori e ridurre la frequenza di stampa. «Le testate potrebbero andare in stampa solo nei week-end oppure passare su internet in pianta stabile», dice il rapporto. (ANSA)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Editoria. Deloitte: crolla la pubblicità, il 2009 sarà l’anno nero per i giornali del vecchio Continente

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL