Home Editoria Editoria. La “Mutazione digitale” di Anso racconta l’informazione che cambia pelle

Editoria. La “Mutazione digitale” di Anso racconta l’informazione che cambia pelle

L’Associazione nazionale stampa online (Anso) presenta oggi ad Ascoli Piceno l’evento “Mutazione digitale, dal web al mobile l’informazione cambia pelle”.

Dalle 9 di questa mattina si susseguiranno, presso il Palazzo dell’Arengo della cittadina marchigiana, una sessione di quattro interventi mattutini e cinque pomeridiani, al centro dei quali verranno raccontate gioie e dolori dell’editoria digitale moderna. Si parte da un presupposto: quello secondo cui l’ultimo decennio è stato caratterizzato dalla diffusione di standard digitali nuovi che hanno convinto, nonché abituato, l’utente digitale a divenire tale. E una volta conquistato, una volta trasformato il tradizionale mondo dell’editoria, si è passati alla lenta mutazione, un movimento che da Anso viene definito come “svolta epocale”, attraverso il quale il pubblico di lettori si starebbe spostando lentamente dal web al mobile, necessitando dell’onnipresenza dell’informazione su qualunque device elettronico connesso ad internet. Questi i relatori che domineranno la mattinata, concentrandosi sul ruolo di Google nel predetto percorso di mutazione e sui rischi d’impresa legati al nuovo mondo dell’editoria digitale: i manager di Google Gino Mattiuzzo e Livia Bettini, l’avvocato e giornalista Guido Scorza, il giornalista e blogger de L’Espresso Alessandro Gilioli. Nel pomeriggio, invece, ci si concentrerà sui device mobili, con particolare attenzione per i gioielli di Apple (il neonato iPad tra questi naturalmente). In questo frammento dell’evento avranno la parola Vittorio Pasteris, giornalista e docente universitario; Mauro Bellini, responsabile della web-factory Applicando.com; Gianluca Stefanini di Vodafone; Cesare Buquicchio de L’Unità; Marco de Dominicis de La Pagina Locale. Per ogni informazione aggiuntiva suggeriamo di consultare il sito http://www.anso.it/meeting2010/html/. (M.M. per NL)