Editoria, Londra: il prossimo febbraio ricomincerà la battaglia della free-press metropolitana

Secondo il quotidiano The Independent, il gratuito London Evening Standard conserverà il suo monopolio su Londra solo per un paio di mesi.

Dopodiché nello scenario della free-press londinese sarà introdotto un nuovo e coraggioso nome, che non sembra preoccuparsi dell’attuale crisi editoriale britannica (che ha causato la chiusura di altri giornali gratuiti come London Lite di Daily Mail Associated Newspapers o thelondonpaper della News Corp. di Rupert Murdoch). Si chiamerà London Weekly e sarà edito dalla Global Publishing Group (GPG), società nata lo scorso anno per la volontà di cinque investitori che avrebbero finanziato fino a 10,5 milioni di sterline (circa 11,5 milioni di euro) per lanciare la testata e diffonderne 250mila copie in tutta la metropolitana londinese. Dalla GPG avrebbero fatto inoltre sapere che London Weekly sarà l’unica testata gratuita che coprirà contemporaneamente notizie di intrattenimento, gossip, politica, salute, musica e moda. Inoltre, ci sarebbe l’intenzione di concedere fino al 30% di spazio del giornale ai contributi dei lettori, anche attraverso l’upload di contenuti, testi e video sul sito web di riferimento. L’arrivo del nuovo free-press londinese è stato annunciato poco dopo il lancio della prima versione gratuita del London Evening Standard di Alexander Lebedev, editore che solo per poco, a quanto pare, ha potuto vivere l’entusiasmo della resistenza alla crisi editoriale e del monopolio delle news gratuite a Londra. (Marco Menoncello per NL)
printfriendly pdf button - Editoria, Londra: il prossimo febbraio ricomincerà la battaglia della free-press metropolitana