Fermate la vigilanza ‘elettronica’ ossessiva: manifestazione a Berlino

Decine di migliaia di tedeschi hanno manifestato sabato scorso a Berlino contro il progressivo accumulo di dati elettronici da parte delle autorita’ statali


ADUC.it

Mentre la polizia, secondo la quale tutto si e’ svolto molto pacificamente, parla di 15 mila dimostranti al massimo, per gli organizzatori hanno preso parte fino a centomila persone al corteo concluso da un comizio davanti alla Porta di Brandeburgo.
‘Liberta’ invece che Paura – Fermate la Sorveglianza Ossessiva’ e’ stata la parola d’ordine delle 117 organizzazioni della societa’ civile che hanno convocato questa manifestazione nazionale a Berlino. Essa rientra nella giornata europea contro la memorizzazioni dei dati elettronici che ha visto simili manifestazioni anche a Vienna, Parigi e Praga.
La richiesta principale da parte degli oratori e’ stata di una maggiore tutela dei dati personali in tutti i momenti della vita.
Una controversa legge in vigore da gennaio in Germania impone alla societa’ telefonica Telekom di conservare per sei mesi i dati tecnici delle telefonate (ma non il contenuto). Dal 2009 cio’ varra’ anche per le comunicazioni via Internet.

printfriendly pdf button - Fermate la vigilanza 'elettronica' ossessiva: manifestazione a Berlino