Fiorello a Palazzo Grazioli. E Berlusconi gli domanda: passi col nemico?

Il popolare showman starebbe concludendo un contratto con la tv di Murdoch, ma intanto incontra il premier e dice: mi ha chiesto se a giungo voglio sostituire Kakà


Sono venuto a trovare mio suocero. Davvero il premier abita su?” Così Fiorello (foto) ha risposto ai giornalisti appollaiati all’esterno della residenza romana del premier Belusconi, che attendevano il suo arrivo. Girava la voce da qualche ora, infatti, che il popolare showman siciliano si sarebbe recato dal Presidente del Consiglio per non meglio precisate ragioni inerenti il suo possibile prossimo passaggio a Sky. Il sito Dagospia, infatti, aveva diffuso la notizia di una trattativa in dirittura d’arrivo tra la tv di Rupert Murdoch ed il conduttore di “VivaRadio2”, da alcuni anni oramai un afecionado della Rai. Si era parlato anche di un abbandono di Fiorello a mamma Rai, ma il conduttore ha tenuto a precisare che non si tratta di nessuno abbandono, semplicemente perché non v’era e non v’è nessun vincolo che lo lega all’azienda di Stato.
Per il momento, comunque, sia l’ufficio stampa di Sky che Fiorello in persona hanno smentito l’ufficialità del passaggio alla tv satellitare, di cui il conduttore sarebbe dovuto divenire il volto simbolo, sempre secondo le indiscrezioni di Dagospia, con appuntamenti in prima serata ed una striscia quotidiana in stile “VivaRadio2…minuti”. Si è parlato solo di contatti, comunque, e della trasmissione sulle reti Sky del prossimo spettacolo che Fiorello porterà in teatro a partire dal 1° aprile. Niente “onemanshow” televisivo, dunque, ma solo, per il momento, l’esclusiva della trasmissione del suo spettacolo teatrale.
Ma torniamo all’incontro con Berlusconi. Il premier, evidentemente preoccupato per il probabile rafforzamento di un rivale nel mercato televisivo, avrebbe convocato Fiorello per dissuaderlo dalle sue possibili intenzioni di sbarcare sul satellite. “Che vai a fare a Sky? Passi col nemico?”, gli avrebbe domandato, secondo quanto Fiorello ha, tra una gag e l’altra, riferito ai cronisti. Il colloquio, durato circa mezzora, avrebbe riguardato proprio questo argomento, con qualche puntata ironica circa l’imitazione di Berlusconi che Fiorello proponeva qualche tempo fa a “VivaRadio2”. Sulla questione è intervenuto anche Fedele Confalonieri, presidente dell’emittente di proprietà della famiglia del premier, facendo gli auguri al conduttore, ma sottolineando con vena polemica come l’emittente di Murdoch sia, in definitiva, sopravvalutata.
La vera ragione dell’incontro semi-segreto, comunque, Fiorello l’ha rivelata ai microfoni, salutando i giornalisti. “Mi ha chiesto se quando Kakà va al Real a giugno sarò pronto per sostituirlo”. (Giuseppe Colucci per NL)

printfriendly pdf button - Fiorello a Palazzo Grazioli. E Berlusconi gli domanda: passi col nemico?
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Fiorello a Palazzo Grazioli. E Berlusconi gli domanda: passi col nemico?

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL