Giustizia amministrativa. Responsabilità della P.A. Sull’impossibilità di ottenere il risarcimento danni proponendo ricorso ex art. 21 bis l.n. 1034/71

Non è possibile ottenere il risarcimento di un danno patrimoniale patito in conseguenza dell’illegittimo comportamento serbato dalla P.A., proponendo ricorso ex art. 21 bis l.n. 1034/71


Roberto Proietti – magistrato amministrativo in servizio presso il TAR del Lazio

Il Quotidiano Giuridico – Quotidiano di informazione e approfondimento giuridico

Il rimedio del silenzio-rifiuto va configurato come strumento diretto a superare l’inerzia della p.a. nell’emanazione di un provvedimento amministrativo, a fronte di una posizione di mero interesse legittimo in capo al cittadino.

Di conseguenza, è inammissibile il ricorso volto all’accertamento di un preteso diritto patrimoniale ad ottenere il risarcimento del danno in conseguenza dell’illegittimo comportamento serbato dalla stessa amministrazione.

(TAR Sentenza, Sez. II, 07/02/2009, n. 37)

printfriendly pdf button - Giustizia amministrativa. Responsabilità della P.A. Sull'impossibilità di ottenere il risarcimento danni proponendo ricorso ex art. 21 bis l.n. 1034/71
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Giustizia amministrativa. Responsabilità della P.A. Sull'impossibilità di ottenere il risarcimento danni proponendo ricorso ex art. 21 bis l.n. 1034/71

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL