Google va al risparmio con le tasse

Scoperta da un giornalista di Bloomberg la tecnica, tutta legale, di Google per pagare meno tasse. Secondo Bloomberg con quest’ultima il motore di ricerca più utilizzato al mondo avrebbe risparmiato circa 3 miliardi di dollari in 3 anni, pagando una tassazione al 2,4%.

Le tattiche antipressione fiscale utilizzate portano il nome di Double Irish e Dutch Sandwich. La strategia è semplice: i pagamenti derivanti dalla vendita di spazi pubblicitari in Europa, Medio Oriente e Africa vengono inviati direttamente alla sede irlandese di Dublino. Tuttavia qui non restano in quanto l’aliquota prevista è pari al 12,5%. Quindi Google dirotta i profitti sulla Google Netherlands Holdings, società olandese priva di impiegati che invia il 98% del capitale ricevuto alle isole Bermuda, paradiso fiscale non più rientrante nella grey list redatta dell’ Ocse ( Organizsation for economics co-operation and development). Questa politica di “risparmio” sta attirando già da tempo l’attenzione della stampa suscitando obiezioni di natura etica da più fronti. In particolare ai quotidiani inglesi che hanno lamentato una scarsa correttezza nel trasferimento di capitali guadagnati nel Regno Unito ad altri paesi, il colosso di Mountain View ha risposto semplicemente sottolineando come il loro comportamento non differisca dall’operato di altre società, e inoltre contribuisca sia a livello di tassazione locale e nazionale, sia a livello di occupazione. Da ultimo è stato osservato che non solo Google ma anche Facebook e Microsoft hanno adottato strategie simili. (M.C. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Google va al risparmio con le tasse

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL