Imposta di registro – Il trasferimento “spezzatino” non esclude la tassazione di registro sulla cessione d’azienda

La Suprema Corte mette a fuoco i criteri interpretativi che consentono di smascherare le cessioni di azienda realizzate mediante una pluralità di atti negoziali, frazionati nel corso del tempo


di Barbara Ianniello, Avvocato, pubblicista e cultore di diritto commerciale presso l’Università degli Studi di Siena
da Il Quotidiano Giuridico – Quotidiano di informazione e approfondimento giuridico N 29/6/anno 2007
La Suprema Corte mette a fuoco i criteri interpretativi che consentono di smascherare le cessioni di azienda realizzate mediante una pluralità di atti negoziali, frazionati nel corso del tempo: una tecnica “spezzatino” spesso utilizzata per sottrarre il negozio traslativo all’applicazione dell’imposta proporzionale di registro e poter così beneficiare della detrazione dell’Iva assolta.

printfriendly pdf button - Imposta di registro - Il trasferimento "spezzatino" non esclude la tassazione di registro sulla cessione d'azienda
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Imposta di registro - Il trasferimento "spezzatino" non esclude la tassazione di registro sulla cessione d'azienda

Lifegate, Roveda: siamo l’opposto di una radio commerciale. Ma non siamo comunitari

IN ARRIVO