La Kroes difende i formati aperti

Durante l’Open Forum viene riconfermata la posizione dell’Unione Europea in favore dell’utilizzo di formati aperti


La commissaria europea alla concorrenza Neelie Kroes, durante una conferenza tenutasi all’Open Forum, ribadisce l’importanza dell’uso da parte delle aziende e dei cittadini di sistemi aperti. La posizione dell’Unione Europea in materia di formati aperti o chiusi, infatti, è piuttosto chiara. Come afferma la stessa Kroes: “Quando sono disponibili alternative aperte, nessun cittadino o azienda deve essere costretto a scegliere una tecnologia chiusa o proprietaria per accedere alle informazioni pubbliche” e ancora “ non ci si può affidare ad un unico produttore, non si possono accettare standard chiusi e si deve rifiutare l’idea di venire bloccati in una tecnologia specifica”. Nessun accenno, durante la conferenza, alla Microsoft, che è stata multata per abuso di posizione dominante a causa di Windows Media Player. Viene invece citato il monopolio che la Apple sta creando attraverso la musica venduta su iTunes e compatibile solo con l’iPod. La Kroes Assicura che le case discografiche hanno iniziato a vendere musica in formato mp3 anche su altri siti e sembra che il mercato abbia trovato una soluzione per ovviare al problema. La pubblica amministrazione dovrebbe dare l’esempio nel seguire questa direzione, ed è quello che è stato fatto, ad esempio, dal comune di Monaco che, dallo scorso settembre, utilizza il sistema operativo Linux. Il Governo e il Parlamento olandese sono anch’essi molto impegnati a sostenere l’utilizzo di tecnologie aperte, inoltre, lo scorso luglio la Camera dei Deputati italiana aveva annunciato il passaggio a Linux entro la fine della legislatura. Passi avanti ed educazione del cittadino verso un uso corretto e consapevole delle tecnologie perché “Come consumatori dobbiamo diventare più furbi quando acquistiamo una nuova tecnologia. Bisogna fare attenzione ai costi della chiusura sul lungo termine: spesso si rimane bloccati per le generazioni successive di quella tecnologia”. (Sara Fabiani per NL)

printfriendly pdf button - La Kroes difende i formati aperti