La notificazione degli atti tributari. Come evitare errori procedurali

Il testo è strutturato in una prima parte di commento alle norme del codice di procedura civile, una seconda relativa agli atti sostanziali dell’Amministrazione finanziaria ed una finale, esplicativa delle notificazioni e comunicazioni inerenti l’attività del processo tributario.

La trattazione, arricchita da un vasta rassegna giurisprudenziale aggiornata al 2010, dedica particolare approfondimento alle seguenti tematiche:  – notificazioni nel litisconsorzio, sia facoltativo che necessario; – esterovestizioni; – soggettività fiscale dei trust, quale caso particolare in tema di domicilio fiscale; – notificazioni tributarie all’estero; – notificazioni dirette a mezzo posta degli atti dell’imposizione tributaria.  Uno specifico capitolo dell’opera è destinato alle questioni sorte a seguito della sentenza n. 366/2007 della Corte costituzionale – relativa alla notificazione all’estero degli atti recettizi tributari – e propone un’analisi degli strumenti offerti dalla vigente normativa e della loro compatibilità sia con la materia tributaria che con i principi dettati dalla medesima Corte.  Questa terza edizione – che tiene conto degli ultimi sviluppi in materia di notifiche telematiche, di cui al nuovo art. 149 bis c.p.c. (D. L. n. 193 /2009, convertito con modificazioni dalla Legge n. 24/2010) e di cui alla “Manovra correttiva”, nonché delle recenti disposizioni inserite nel cosiddetto “decreto incentivi” (D.L. n. 40/2010, convertito in Legge n. 73/2010) – si rivela di sicuro interesse per consulenti tributari e assistenti del contribuente, enti di formazione dell’agenzia entrate, messi comunali, tributaristi e legali. Pubblicato da Maggioli Editore (www.maggioli.it), il testo è in vendita ad euro 44,00.
printfriendly pdf button - La notificazione degli atti tributari. Come evitare errori procedurali