La riforma del processo civile e tributario

Mediazione civile, testimonianza scritta, semplificazione del procedimento nel processo civile e tributario: la riforma – in vigore dal 4 luglio 2009 – che mira a garantire una ragionevole durata al processo civile è entrata nel pieno della sua attuazione.

Con il decreto ministeriale del 17 febbraio 2010, con cui è stato approvato il modello da utilizzare nella testimonianza scritta, il testimone ha la possibilità di scrivere le risposte ai quesiti sui quali deve essere interrogato, su un modulo apposito, conforme al modello approvato. Il testimone apporrà la propria firma al termine di ogni risposta e su ciascun foglio del modulo. La sottoscrizione dovrà essere autenticata da un segretario comunale o da un cancelliere di un ufficio giudiziario ed il modulo sarà infine spedito o depositato in cancelleria. Con il decreto legislativo 4 marzo 2010, invece, viene regolato il procedimento di composizione stragiudiziale delle controversie vertenti su diritti disponibili ad opera delle parti. Il procedimento di mediazione ha una durata non superiore a quattro mesi, trascorsi i quali il processo può iniziare o proseguire. Con la circolare n.17 del 7 aprile 2010, infine, l’agenzia delle Entrate ha illustrato le novità in materia di processo tributario in quanto alcune disposizioni riguardanti lo snellimento delle procedure in materia di processo civile si applicano anche al processo tributario.
 
printfriendly pdf button - La riforma del processo civile e tributario