Libri. Il tabaccaio di Vienna

Fran Huchel è un ragazzo di diciassette anni, che vive insieme alla madre in un piccolo capanno da pesca nel borgo di Nußdorf am Attersee.

Fino a quel momento la sua vita era trascorsa in maniera tranquilla, passando le sue giornate a oziare per le vie del paesino. Quando peró l’amante della madre, nonchè loro benefattore, muore, Franz è costretto a recarsi a Vienna. Qui inizia a lavorare come apprendista tabaccaio nella bottega di un amico di famiglia, Otto Trsnjek. Tra i vari clienti che frequentano la tabaccheria, Franz ha l’onore di incontrare il famoso padre della psicanalisi, Sigmund Freud, con il quale instaura un’amicizia basata sullo scambio continuo di domande e risposte, incentrate soprattutto sull’universo femminile, al quale anche il piú illustre studioso di psicologia non sa pienamente rispondere. A Vienna, Franz è immerso in un mondo completamente diverso da quello della sua infanzia: la città è attiva, dinamica e moderna, e, oltre alla conoscenza di una ragazza che lo sconvolge totalmente, ha occasione di allargare i confini del suo sapere e di crearsi opinioni proprie a proposito della società in cambiamento, dell’ascesa di Hitler e dell’antisemitismo che in quegli anni, la fine degli anni 30 del Novecento, va via via diffondendosi in tutta Europa. Il testo (220 pagine) di Robert Seethaler è edito in Italia da Rizzoli Editore ed in vendita ad euro €18,00. (NL)
 
printfriendly pdf button - Libri. Il tabaccaio di Vienna