Libri. Le aziende familiari. Strategie per il successo

Le aziende familiari costituiscono la forma più antica e importante di organizzazione dell’attività imprenditoriale. Oltre l’80% delle aziende nel mondo sono a gestione familiare e coniugano così il principio capitalistico con il principio dinastico della comunità familiare.

Le aziende italiane eccellono nelle classifiche mondiali per quanto riguarda l’anzianità di fondazione: sei tra le prime dieci, infatti, sono italiane. E quelle tedesche non sono da meno. Ma da cosa è dato il successo delle imprese familiari? Quali particolari punti di forza possono mettere in gioco? E quali sfide devono affrontare? A queste domande risponde questo libro, ricco di analisi approfondite, testimonianze di imprenditori di successo e, al tempo stesso, di piacevole lettura. I due autori Peter May (uno dei maggiori esperti in tema di imprese familiari e consulente di alcune delle più importanti aziende familiari tedesche) e Thomas Ingelfinger (membro dell’executive board del gruppo Beiersdorf), ripercorrono con cura le cause dei successi (ma anche degli insuccessi) di molte esperienze di imprese familiari sull’asse italo-tedesco (e non solo) per offrire alcuni strumenti nonché spunti di riflessione e confronto utili. L’elemento tipico e trainante del volume, come sottolineano a quattro mani gli autori, sono quindi i valori della famiglia che guidano l’impresa e che derivano direttamente da modelli educativi: i valori identificano uno stile etico di fare impresa, che potrebbe rivelarsi un importante elemento distintivo, nonché un asset fondamentale anche per la crescita del business. Il testo, edito da Hoepli (www.hoepli.it), è in vendita al costo di € 24,90. (V.R. per NL)
printfriendly pdf button - Libri. Le aziende familiari. Strategie per il successo
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Libri. Le aziende familiari. Strategie per il successo

Lifegate, Roveda: siamo l’opposto di una radio commerciale. Ma non siamo comunitari

IN ARRIVO