L’inimicizia fra giudice e difensore non giustifica la ricusazione

(Cassazione.net) – L’inimicizia fra difensore di fiducia e giudice non giustifica la ricusazione di questo. Infatti il magistrato può celebrare il processo nonostante i problemi personali con il legale. Diverso sarebbe, ha stabilito la Corte di cassazione con la sentenza n. 23846 del 9 giugno 2009, se l’inimicizia ci fosse fra magistrato e parte del processo: questa è una legittima causa di ricusazione.
 
 
printfriendly pdf button - L’inimicizia fra giudice e difensore non giustifica la ricusazione
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - L’inimicizia fra giudice e difensore non giustifica la ricusazione

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL