Lutto nel mondo del grande giornalismo: se n’è andato Claudio Rinaldi

L’ex direttore di “Panorama” e “L’Espresso” era da tempo malato di sclerosi multipla


Se n’è andato in sordina, lo scorso 4 luglio, dopo oltre vent’anni di malattia. Eppure l’ultimo articolo, dal titolo “E Visco non si dimette”, lo aveva scritto appena due giorni prima, pubblicato il 2 luglio sul suo blog, “Italia loro”, su “L’Espresso blog”. Aveva combattuto fino all’ultimo Claudio Rinaldi (foto), e fino all’ultimo aveva fatto il suo mestiere, il giornalista, con la maestria e lo spirito anticonformista, che in troppi hanno imitato, ma che pochi sono riusciti davvero ad emulare. Rinaldi aveva solo 61 anni e da oltre venti, dall’ormai lontano 1985, combatteva contro la sclerosi multipla, patologia neurodegenerativa del sistema nervoso centrale che, però, non gli aveva fatto perdere lo spirito battagliero d’un tempo. Maria Laura Rodotà, dalle colonne del “Corriere” ne parla come d’un maestro, sullo stile di “Pai Mei, il maestro d’arti marziali di Kill Bill. Solo molto più simpatico”. Rinaldi era stato una sorta d’ “enfant prodige” del giornalismo nostrano, direttore prima de “L’Europeo”, poi di “Panorama” e, dal 1991 al 1999, de “L’Espresso”. Negli anni al settimanale romano aveva portato avanti dure battaglie, dure prese di posizione, da Tangentopoli in poi, in molti erano passati sotto la sua scure. Una vigliacca malattia l’ha portato via a soli 61 anni, lasciano un vuoto significativo nel mondo dell’informazione di casa nostra. La redazione di Newsline coglie l’occasione per porgere le più sincere condoglianze alla famiglia, alla moglie Loredana e alla figlia Giulia. (Giuseppe Colucci per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Lutto nel mondo del grande giornalismo: se n’è andato Claudio Rinaldi

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL