Ministero delle Comunicazioni assegna alla RAI per il 2007 un finanziamento di 33 mln di euro per lo sviluppo della tv digitale

Il Ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni, ha firmato il 16/07 un Decreto Ministeriale che assegna alla Rai per il 2007 un finanziamento di 33 milioni di Euro finalizzati alla diffusione della tecnologia digitale sul territorio nazionale


Il decreto dà attuazione agli interventi previsti dalla Legge Finanziaria 2007 che, per incentivare il passaggio al digitale terrestre da parte del titolare dell’obbligo di copertura del servizio universale, attribuisce un sostegno alle nuove attività di investimento nel progetto del digitale, sia in termini di costruzione della rete che di confezione di un nuovo palinsesto e di una rinnovata offerta editoriale.
Il sostegno alla Rai ha l’obiettivo di rendere fruibile all’intera popolazione italiana la TV nella nuova tecnologia digitale nella fase del cd. “switch-over” (ossia della contemporanea trasmissione sia in tecnica analogica che in tecnica digitale) e di rispettare le date previste a livello comunitario per il definitivo “switch-off” (ossia la definitiva conversione al sistema digitale).
RAI ha presentato un piano pluriennale per l’estensione dei Multiplex digitali esistenti (Multiplex A e B), fino alla copertura dell’85% della popolazione. Lo stanziamento di 33 milioni di euro stabilito oggi e’ finalizzato a finanziare la prima fase di questo progetto nel 2007.
In particolare, da oggi a dicembre di questo anno si interverrà su circa 100 impianti, allo scopo di avviare subito l’estensione delle aree con copertura digitale e migliorare al contempo l’omogeneità di ricezione e la qualità del servizio all’utente.
Gli interventi nel 2007 riguarderanno circa 40 siti, tutti di proprietà di Rai Way, con importanti interventi di adeguamento infrastrutturale. A tal fine, saranno impiegate circa 15 squadre di ingegneri e tecnici per garantire il rispetto delle date e la migliore informazione alla popolazione. Saranno interessati 5 o 6 bacini regionali.
Sarà rispettato il criterio di regionalizzazione del Multiplex A, per consentire la diffusione dei programmi regionali del servizio pubblico. Il piano non prevede l’acquisto di frequenze.
Il Contratto di servizio tra il Ministero delle Comunicazioni e la Rai – Radiotelevisione italiana S.p.A del 5 aprile u.s. (entrato in vigore il 30 maggio u.s.) ha stabilito in capo a Rai obblighi puntuali nel quadro della transizione al digitale da perseguire durante il periodo di vigenza del Contratto medesimo, sia in termini di copertura della popolazione sul territorio nazionale, sia in termini di contenuti dell’offerta editoriale, sia in termini collaborazione con le iniziative del Ministero delle Comunicazioni per la realizzazione di switch – off regionali nelle aree all – digital.

printfriendly pdf button - Ministero delle Comunicazioni assegna alla RAI per il 2007 un finanziamento di 33 mln di euro per lo sviluppo della tv digitale