Morto Carmine Ernesto De Pascale, artista poliedrico

Carmine Ernesto De Pascale, musicista e pianista, produttore indipendente del rock, conduttore radiofonico, scrittore, giornalista e direttore de Il Popolo del Blues è morto ieri notte 13 febbraio a 53 anni (nel giorno del suo compleanno).

De Pascale era ricoverato (in terapia intensiva) all’ospedale di Montevarchi dal giorno 7 febbraio scorso. Era nato a Firenze il 13 febbraio 1958. La sua una lunga e attivissima carriera nel mondo della musica fin dagli anni ’80, quando entrò in Rai, e fu per diversi anni ai microfoni di Rai Stereo Notte e collaborò a “Doc”, il programma Tv di Renzo Arbore dedicato alla musica dal vivo. Nel 1984 contribuì alla nascita di Videomusic, l’emittente televisiva musicale in onda dal Ciocco. Nel 1995 dette vita al programma “Il Popolo del Blues” per Controradio Firenze (su sollecitazione del musicologo pistoiese Fabrizio Berti) e tre anni dopo (1998) fondò l’etichetta discografica omonima. Nel 2002 curò (con Bruno Casini e con il regista Giancarlo Cauteruccio) la mostra sugli anni ‘80 a Firenze, “Un Weekend Post Moderno” per i 20 anni del Tenax, mitica dance hall degli anni Ottanta fiorentini. Produttore di piu’ di 70 album, dai Diaframma, agli Aereoplani Italiani, da Assalti Frontali agli Articolo 31 era artista lui stesso quale leader degli Lightshine e degli Hypnodance. Sempre nel 2002 fu presidente di giuria del “Rock Contest” di Controradio e nel 2009, per festeggiarne il 25° anniversario, scrisse la prefazione al volume “I love Rock n’ Roll” di Raffaele Palumbo. Fu collaboratore di Rai Isoradio, Rai Radio 3 e del canale televisivo satellitare Rai Sat Show. Voce storica di Rai Stereo Notte, teneva un programma settimanale (”Il Popolo del Blues”) in onda tutte le domeniche alle 21 su Popolare Network. Scrisse anche per i quotidiani “Il Tirreno”, “La Nazione”, per le riviste “Rolling Stone”, “Jam” , “Musica Jazz”, “Viva Verdi”, “Il Blues”, “Rosso Fiorentino”, “Doc Toscana” e per le testate britanniche "Record Collector" e "Rocksbackpages". Per i suoi meriti artistici nel 1991 ebbe un riconoscimento per la diffusione in Italia della musica soul e uno per la musica indipendente; nel 1997 fu invece premiato per il contributo allo sviluppo della scena blues italiana. Tra i suoi libri ricordiamo ”Mondo Beat”, ”Il Rock & Roll in Italia”, ”My name is Pasquale, biografia di Nicola Arigliano per interviste”. "La città piange Ernesto De Pascale – ha detto il sindaco Matteo Renzi – cittadino appassionato, capace di condividere emozioni e di regalare umanità. Firenze lo ricorderà con un evento musicale degno della sua competenza”… I funerali si terranno domani martedi’ 15 febbraio alle ore 15 nella basilica di San Marco a Firenze. (R.R. per NL)
printfriendly pdf button - Morto Carmine Ernesto De Pascale, artista poliedrico