MSE-Com, sospensione attività esterne I.T.: come temuto, il fronte si allarga

Si apprende che la DGPGSR ha invitato (tutti) gli organi periferici a pianificare gli interventi a favore dell’utenza nel nuovo esercizio finanziario. Il che significa che fino all’anno nuovo il settore sarà ingessato


Dopo la nota di questa mattina, l’I.T. Emilia Romagna ha ulteriormente reso noto agli operatori che “la superiore DGPGSR – uff. II°, ha comunicato in data 07-11-2008 l’esaurimento dei fondi sui capitoli 3731,3351 e 3352, per il corrente esercizio finanziario 2008“. La Direzione Generale Pianificazione Gestione Spettro Radioelettrico ha sottolineato che “le spese da imputare sui capitoli in questione dovranno pertanto essere pianificate per il prossimo esercizio finanziario“. Chiaro e netto che in forza di quanto sopra i tempi delle istruttorie saranno destinati a dilatarsi senza termine predefinito. Una situazione non ulteriormente tollerabile da parte dell’utenza che rischia di trovarsi privata di ogni tutela delle proprie necessità da parte della P.A. e che potrebbe ingenerare nelle situazioni conflittuali (interferenze) azioni avanti all’Autorità giudiziaria ordinaria chiamata a supplire all’inattività dell’amministrazione e in sede non contenziosa (rilascio autorizzazioni alla modifica. ecc.) ricorsi ai Tribunali amministrativi regionali per la nomina di commissari ad acta in sostituzione degli enti (forzatamente)inadempienti. Il rischio di implosione strutturale pare imminente. Ciò nonostante, pare che nelle alte sfere del MSE ci siano solo problemi di “identity“.

printfriendly pdf button - MSE-Com, sospensione attività  esterne I.T.: come temuto, il fronte si allarga
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - MSE-Com, sospensione attività  esterne I.T.: come temuto, il fronte si allarga

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL