Nella radiosveglia trilla un Pinguino

Una piccola società californiana sta per lanciare sul mercato una sveglia da comodino, chiamata Chumby che potrebbe fare la felicità di molti smanettoni


da Punto Informatico

Basata su Linux, e definita dal produttore “completely hackable”, la sveglia è di fatto un micro PC sotto mentite spoglie: il dispositivo può connettersi ad Internet via WiFi o Ethernet, visualizzare foto, riprodurre musica e animazioni Flash, e visualizzare feed di vario genere, quali news, meteo, oroscopo ecc.

La Linux-sveglia non è dotata di tastiera ma, in compenso, integra un display LCD QVGA sensibile al tocco. Grazie ad un sensore di movimento, la sveglia è in grado di capire se deve visualizzare l’orario (in formato digitale o analogico) oppure mostrare l’interfaccia utente del mini sistema operativo integrato: in questa modalità l’utente può accedere a tutte le funzionalità e le impostazioni del dispositivo.

Per incoraggiare l'”hacking” della propria sveglia, l’azienda californiana fornisce all’utente schermi hardware, codici d’esempio, tool di sviluppo per creare widget e guide su come personalizzare ogni aspetto del device.

All’interno di Chumby si cela un controller ARM da 350 MHz, 64 MB di memoria SDRAM e 64 MB di memoria NAND flash. All’esterno sono visibili due porte USB (a cui possono essere collegate chiavette e altri dispositivi che non necessitano alimentazione), due altoparlanti da 2 watt, un jack audio e un microfono. Il tutto funziona con una comunissima pila da 9 volt.

Chumby verrà commercializzata a luglio ad un prezzo inferiore ai 200 dollari.

printfriendly pdf button - Nella radiosveglia trilla un Pinguino
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Nella radiosveglia trilla un Pinguino

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL