NEWSLINET.IT: Newsletter n. 525 del 28/10/2009

newsletter newsline logo - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 525 del 28/10/2009 newsletter title - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 525 del 28/10/2009 newsletter topright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 525 del 28/10/2009
Se ne riparla dopo la gara per il dividendo digitale. O meglio, dopo la partenza delle cinque reti nazionali costruite sulle frequenze DVB-T assegnate a conclusione della gara stessa. Cioè, televisivamente parlando, tra un’eternità.
Ormai l’orientamento dell’Agcom (il MSE-Com si è chiamato fuori da tempo dalla deflagrante questione LCN) in tal senso (…)
 
Nei giorni scorsi era circolata la notizia di una richiesta di intervento sul caso "digital key" avanzata da RAI e/o Mediaset ad Agcom.
 

Il Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha reso pubbliche (online) le singole attribuzioni contributive all’editoria di cui alle domande del 2008, relative all’esercizio 2007, presentate dagli enti titolati (radio, tv, tv sat tematiche, stampa).

Pagare SCF (il consorzio dei fonografici) non è sufficiente per considerarsi a posto con i cosiddetti "diritti connessi ai diritti d’autore".

Le scuse stanno a zero. Se il disastro del Piemonte occidentale, dove numerose valli "laterali" sono state oscurate (e lo sono tuttora) a seguito della disattivazione degli impianti attivati dalle comunità montane o dai comuni su autorizzazione dell’allora MinCom, poteva essere considerato un (pur grave) incidente di percorso, già per il Trentino non poteva essere più così.

Si è tenuta a Stoccolma nell’ambito delle giornate europee dello sviluppo la cerimonia di assegnazione del premio Lorenzo Natali di giornalismo. Una giuria indipendente ha premiato quindici vincitori selezionati tra oltre 1000 candidati provenienti da tutto il mondo.
L’ultima relazione sui progressi compiuti per ridurre del 25% entro il 2012 i costi amministrativi che ogni anno la legislazione UE impone alle imprese rivela che sebbene manchino ancora due anni alla scadenza, l’UE ha già compiuto enormi passi in avanti e potrebbe addirittura superare gli obiettivi fissati.
Poco tempo di respiro prima della decisione sull’istanza di sospensione dell’esecutività della sentenza di primo grado nella causa che vede contrapposte Fininvest e CIR.
La televisione digitale è nata a Trento e si porta in dote 130 canali televisivi: a tanto ammonta infatti l’offerta televisiva, tra programmi in chiaro e criptati.
Scatta domani – con la prima tappa che interessa Bolzano e dintorni, Laives, la Bassa Atesina e la val Sarentino, un’area di circa 200mila persone – il passaggio alla TV digitale nell’Alto Adige.
Era stato anticipato una decina di giorni fa. Il quotidiano gratuito London Lite, di proprietà dell’Associated Newspaper, starebbe per chiudere.
Costantino Federico (foto) non molla. Pesta i piedi e vuole il secondo mux. Ma la limitata disponibilità di frequenze, che già mette a rischio l’esistenza delle tv locali in molte regioni, rende remota la possibilità di un accoglimento dell’istanza.
Alle ore 12.30, secondo la Provincia Autonoma di Trento "la situazione è positiva: le maggiori emittenti locali e nazionali hanno comunicato di aver spento definitivamente il segnale analogico ed aperto quello digitale".
La Rai Radiotelevisione Italiana e la San Marino RTV hanno siglato oggi un accordo di collaborazione per l’avvio congiunto di sperimentazioni relative a nuovi servizi di comunicazione radiotelevisiva.
L’assessora provinciale di Bolzano Sabina Kasslatter Mur sottolinea una particolare iniziativa messa in atto dal Comune di Bressanone in vista del passaggio alla TV digitale: "Il progetto in collaborazione con due scuole professionali per aiutare gli anziani nel passaggio dalla vecchia tv analogica a quella digitale è meritorio e esemplare".
Estratto da una circolare della struttura di competenze a più livelli Consultmedia (collegata a questo periodico)
Jimmy Wales (foto), fondatore della popolare enciclopedia online, ne ha parlato nel corso di un incontro organizzato dal Corriere della Sera. Wikipedia continuerà a camminare sulle proprie gambe, senza fare ricorso alla raccolta pubblicitaria.
Sono arrivati ieri sera, da Washington, i dati dell’ultimo rapporto dell’Audit Bureau of Circulation (ABC). Il censimento semestrale sulla diffusione dei quotidiani statunitensi, che controlla l’andamento delle 379 maggiori testate degli Usa, ha mostrato una grave crollo delle vendite.
Rovereto e la Vallelagarina hanno da ieri la televisione digitale. Dalle ore 10 del 26 ottobre sono definitivamente cessate le trasmissione con lo standard analogico e dalla tarda mattinata, progressivamente, le televisioni nazionali e locali hanno via via acceso gli impianti digitali.
Strano caso, quello della decisione di ieri del Tribunale Civile di Milano, di un provvedimento che accontenta entrambe le parti.
L’ascolto del mezzo radio ha raggiunto da qualche anno una sostanziale stabilità, superando i 39 milioni di ascoltatori quotidiani, dato confermato anche nel IV bimestre 2009.
Il Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione, Renato Brunetta, ha presentato il 15 ottobre scorso al Parlamento la "Relazione sullo stato della P.A. – Anno 2008", che fa il punto su un anno di riforme.
Avvio del procedimento per l’individuazione dei mercati rilevanti nell’ambito del sistema integrato delle comunicazioni. (Deliberazione n. 558/09/CONS). (09A12285)
"Nel Piemonte occidentale, all’indomani dello switch-off, si sono registrati decine di conflitti sulla pre-sintonizzazione che hanno causato confusione tra gli utenti e preoccupazione tra molte emittenti televisive, molte delle quali si sono ritrovate in posizioni inaccessibili del telecomando".
On line il nuovo bollettino della Autorità garante per la concorrenza ed il mercato.
Gaetano Blandini, 47 anni, è il nuovo Direttore Generale della Società Italiana Autori Editori. Lo ha eletto questa mattina il Consiglio di Amministrazione della SIAE.
"Mediaset esprime soddisfazione per la decisione odierna del Tribunale Civile di Milano in merito al ricorso presentato da Sky Italia contro Mediaset. Provvedimento che non modifica la condotta seguita sino a oggi dalle società del gruppo".
Penultimo giorno di transizione digitale in Trentino. Oggi è toccata alla Vallagarina e a Rovereto con i loro 90 mila utenti. Rai, Mediaset e Telecom hanno reso noto di aver, di fatto, ultimato lo spegnimento degli impianti analogici e acceso quelli digitali.
Ricordate la storia di Lbc, l’emittente libanese al centro di uno scandalo per aver trasmesso un talk show in cui un uomo documentava e si vantava delle sue avventure sessuali?
Sta arrrivando alla fine la transizione alla televisione digitale in Trentino: oggi è il turno di Rovereto e della Vallagarina. Oltre 90mila gli abitanti che con oggi avranno la televisione digitale, residenti nei 24 comuni coinvolti.
E’ online, sul sito del Corecom FVG (www.corecomfvg.it) il programma del Corso di Formazione per la Conciliazione nel settore delle Telecomunicazioni che avrà luogo presso l’Auditorium della Regione di Pordenone a novembre.
Da una relazione della Commissione europea emerge che sono ancora molte le barriere che impediscono lo sviluppo del commercio elettronico transfrontaliero dei prodotti di consumo.
Incidente di percorso per Marco Travaglio che vede confermata dalla Terza sezione civile della Corte di Cassazione (sentenza n. 22190/2009) la soccombenza nella causa civile intentata dall’ex giudice Filippo Verde ritenutosi leso da una pubblicazione dell’assaltatore di Annozero.
La sua contromossa ha preso tutti alla sprovvista. Proprio tutti. Prima, lo Squalo ha nuotato per un po’ al largo, osservando da lontano le sue grasse prede che guazzavano gioiose dopo l’arpionata estiva.

Dopo il car sharing arriva il tower sharing. In realtà la definizione non è questa, ma va bene lo stesso.

La XVI edizione di COM-PA punta – tra gli altri argomenti – sull’interesse da parte delle Pubbliche Amministrazioni verso gli aspetti ambientali ed eco-sostenibili.
La notizia, non smentita, riportata da MF-Milano Finanza il 21 ottobre, secondo la quale il governo avrebbe deciso di non stanziare 70 mln nel 2010 a favore di giornali, cooperative, tv e radio locali, ha colto di sorpresa le case editrici.
Ultimo giorno di switch off in Trentino della prima settimana di migrazione. Oggi sono stati spenti tutti gli impianti analogici e accesi quelli digitali in val di Ledro e Alto Garda.
Estratto da una circolare della struttura di competenze a più livelli Consultmedia (collegata a questo periodico)
E’ slittato di due ore, dalle ore 10 alle 12, lo switch off in val di Ledro e Alto Garda: si è trattato di una partenza rallentata, dopo dieci giorni con attivazioni a tempo di record.
Le strategie economiche dell’impero editoriale di News Corp. non riguarderanno solo le testate giornalistiche online. A garantirlo è lo stesso Rupert Murdoch che, secondo quanto riportato in data odierna dal Guardian online, avrebbe cominciato a ragionare sulle rendite derivanti dalla pubblicità sulla sua web tv Hulu.com.
Nel Trentino, almeno secondo i bollettini ufficiali della Provincia Autonoma di Trento, la migrazione televisiva da analogico a digitale procede "secondo i tempi e il programma concordato".
Graduatoria definitiva predisposta ai sensi dell’art. 1, comma 10, del decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 30 aprile 2009. Allegato B – alla delibera n. 14 del 30 settembre 2009.
La Fininvest ha notificato ieri l’atto di appello avverso la sentenza emessa in data 3 ottobre 2009 nella causa CIR/Fininvest con contestuale istanza di sospensione dell’esecuitività del provvedimento di primo grado.
Il corso è rivolto ai freelance e costa 30 euro (gratis per i disoccupati) iscritti all’Ordine dei giornalisti della Lombardia e si terrà nella sede del Pime di via Mosè Bianchi 94 a Milano (linea MM. Rossa – stazione Lotto).
Il consiglio di amministrazione di Viale Mazzini ha approvato la proposta del direttore generale Mauro Masi di internalizzare la società RaiSat, in pratica di incorporarla all’interno della Rai.
"Ci manca solo che chiuda Radio Radicale! Il panorama informativo del nostro Paese sarebbe veramente nei guai".
Un buco nei conti, da qui al 2012, che supererebbe i 600 milioni di euro: questa la previsione del direttore generale della Rai, Mauro Masi.

La Provincia Autonoma di Trento ha predisposto un’accurata lista dei canali per le aree già interessate dallo switch off: Valli Giudicarie, Rendena, Val di Sole, Val di Fassa e Primiero.

La pagina di Facebook con le minacce al premier Silvio Berlusconi verra’ chiusa e tutti coloro che sono intervenuti verranno denunciati alla magistratura.
Nonostante la pioggia, questa mattina i tecnici sono riusciti ad attivare numerose impianti. Per la Provincia Autonoma di Trento, la situazione "è ottimale per tutte le principali reti locali e nazionali".
Allora, le notizie sono due. Ma fanno capo entrambe alla principale tematica di cui si parla in Italia, oramai da oltre dieci anni, ma con un’intensificazione negli ultimi mesi in particolare: la libertà di stampa.
Le normali regole della concorrenza sono un concetto assolutamente alieno nel settore italiano dei media. Nulla lo dimostra piu’ del comparto della televisione, dove Silvio Berlusconi, il primo ministro italiano, detiene quasi un monopolio attraverso la proprieta’ della tv commerciale Mediaset e il suo controllo di fatto sulla tv pubblica Rai.
"La Rai si impegna a realizzare la cessione gratuita, e senza costi aggiuntivi per lutente, della propria programmazione di servizio pubblico sulle diverse piattaforme distributive, compatibilmente con i diritti dei terzi e fatti salvi gli specifici accordi commerciali".
Ha valore di esimente la personale interpretazione dei fatti nella cronaca giornalistica. La V sezione penale della Corte di Cassazione ha avuto modo, nella sentenza 40408/2009, di affermare che il cronista può fornire una libera lettura delle vicende che si trova ad esporre.
Si è svolto, nella sede del Corecom FVG a Trieste, un incontro con tutti i rappresentanti delle emittenti televise locali del Friuli Venezia Giulia.
Da ieri i 10 mila abitanti del Primiero ricevono il nuovo segnale televisivo digitale. Già nella mattinata le emittenti avevano portato a termine gran parte degli interventi sugli impianti.
”Voglio esprimere la mia solidarieta’ a Radio Radicale e spero che vengano scongiurati il pesante ridimensionamento o addirittura la chiusura di una storica testata, cosi’ come denunciano in queste ore Marco Pannella ed Emma Bonino”.
Il governo non avrebbe ancora stanziato i soldi aggiuntivi per il 2010 da destinare a giornali, radio e tv.
Rispetto del diritto alla salute, difesa dall’inquinamento elettromagnetico, tutela del patrimonio ambientale, definizione dei criteri di localizzazione degli impianti.
“E’ uno dei successi della nostra attività di Governo: la precedente normativa risaliva al 1990 e denunciava i segni del tempo, tanto più visibili in una materia in così rapida trasformazione. Abbiamo sostituito radicalmente un impianto che risaliva a quasi vent’anni fa”.
A quanto pare la crisi è per molti. Ma non per tutti, come recita un vecchio adagio pubblicitario. Il terzo trimestre 2009 porta buone notizie anche per Yahoo!, dopo i risultati positivi di Ibm, Google e Apple.
La qualità conta, eccome. Ma anche la quantità. Sono i numeri che alla fine determinano il buon andamento di un’azienda, purtroppo o per fortuna. E i numeri di Apple, a questo giro, sono tutti giusti.
Un po’ per la situazione economica, ma anche per l’aumento del numero dei canali digitali terrestri la raccolta pubblicitaria per questo tipo di tv sarà in calo.
"Il freddo non ferma i tecnici di Rttr che oggi bruciano tutti sul tempo ed attivano prima degli altri gli impianti digitali sul Primiero. In mattina sono entrati in funzione i principali impianti Rai e Mediaset, che garantiscono la stessa copertura del segnale analogico. L’altra emittente locale, Tca ultimerà i lavori nel pomeriggio".
 

printfriendly pdf button - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 525 del 28/10/2009
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 525 del 28/10/2009

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL