NEWSLINET.IT: Newsletter n. 771 del 17/09/2014

newsletter newsline logo1 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 771 del 17/09/2014 newsletter title11 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 771 del 17/09/2014 newsletter topright3 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 771 del 17/09/2014
Giungono i primi commenti alla spiazzante sentenza 4541/2014 del Consiglio di Stato, che ha intricato ulteriormente la controversa vicenda della numerazione automatica dei canali del digitale terrestre.
elite banner 9b 2 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 771 del 17/09/2014
xchange banner nl7 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 771 del 17/09/2014
banner Elite4 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 771 del 17/09/2014
 
Della serie "non c’è pace per gli operatori tv locali italiani", ecco la nuova graduatoria delle assegnazioni DTT in Emilia Romagna (il documento è downloadabile in pdf cliccando qui).
 
Il settore media e intrattenimento (E&M) in Italia passerà dai 31,5 mld del 2013 ai 36 mld entro i prossimi 4 anni: i ricavi digitali saranno pari al 44% del totale e svetterà la penetrazione dei dispositivi mobili.
"Gent.mo Direttore, su molti giornali di ieri, incluso Newslinet.it, sono stati pubblicati vari articoli relativi alla recente sentenza del Consiglio di Stato in tema di LCN.
Il gruppo televisivo in continuo e costante fermento, sarebbe interessato a trasportare Real Time e Dmax su numerazioni più basse del digitale terrestre.

banner SIT b9 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 771 del 17/09/2014
banner Elite4 0 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 771 del 17/09/2014
banner Radio Mondo9 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 771 del 17/09/2014
Per l’utilizzatore di un’opera protetta dal diritto di autore è importante conoscere il tipo di protezione riservato all’utilizzazione economica della stessa.
  newsletter bottomright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 771 del 17/09/2014
Non solo tg, la Rai punta a superare gli ostacoli e i limiti anche tra le emittenti, come ha dichiarato Luigi Gubitosi presentando Storie dell’arte di Rai Cultura, trasmesso a partire da sabato 13 settembre su Rai 5.
L’obiettivo è offrire 100 canali, a prezzi analoghi o più bassi a quelli delle pay tv tradizionali, a un pubblico più giovane e più interessato a interagire online.
“Eravamo in cassa integrazione da due anni e mezzo, e non si poteva più andare avanti così, l’azienda sarebbe scoppiata” ha dichiarato Luca Montrone, presidente della tv pugliese.
Mercato caldo quello del towering: come rende noto l’agenzia Reuters, si appresta ad entrare nel vivo il processo per la cessione di parte delle torri di trasmissione di proprietà di Wind.
La Commissione europea ha ritenuto l’operazione di concentrazione del colosso del magnate Rupert Murdoch non dannosa per la concorrenza nel mercato.
Il marchio Punto Radio di Bologna (targata 1975) dà l’addio all’Fm. Andrà in onda soltanto tramite il web e sul canale Tv 196 del DTT visibile da Reggio Emilia fino alla Riviera Adriatica.
Durissima presa di posizione dell’associazione di emittenti radiotelevisive locali CONNA sul blog di Beppe Grillo (Movimento 5 Stelle) a riguardo della cessione degli asset di RAIWAY.
Continua a far discutere la sentenza del Consiglio di Stato sulla vicenda del logical channel numbering. Dopo Telenorba, ha chiesto di rendere nota su queste pagine la propria posizione sulla vicenda l’emittente nazionale Rete Capri.
“Puntiamo a un’offerta televisiva diversificata, con eventi ogni giorno, 40 settimane su 52 di grandi show di intrattenimento, i migliori del mondo. Lo sport è certamente importante, ma non è con il calcio o con il cinema che si esaurisce l’offerta Sky”.
E’ stata depositata il giorno 08/09/2014 presso la segreteria del Consiglio di Stato la sentenza 4145/2014 del 17/07/2014, con cui il supremo organo di giustizia amministrativa ha dichiarato inammissibili i ricorsi di revocazione contro la sentenza 6021/2013 dello stesso organo giurisdizionale avanzati da Agcom e Ministero.
Secondo indiscrezioni di cui l’agenzia Bloomberg dà conto, la società francese guidata da Vincent Bollorè starebbe valutando l’acquisto dell’11,1% di Mediaset Premium in mano a Telefonica, che in luglio è entrata con 100mln di euro nella pay tv DTT italiana.
Il polo televisivo regionale guidato da Sandro Parenzo, che controlla tra gli altri i canali DTT Telelombardia, Antenna 3, Top Calcio 24, Milanow, il 50% della concessionaria Publishare e l’80% di Festa in Piazza S.r.l. è sprofondato in un abisso profondo.
La legge a tutela del Diritto di Autore dedica il Capo secondo alla definizione dei Soggetti del diritto, gli Autori, che ne sono i beneficiari.
printfriendly pdf button - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 771 del 17/09/2014