NEWSLINET.IT: Newsletter n. 820 del 30/09/2015

newsletter newsline logo1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 820 del 30/09/2015 newsletter title11 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 820 del 30/09/2015 newsletter topright3 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 820 del 30/09/2015
Secondo le stime stilate dalla società di consulenza PricewaterhouseCoopers da qui al 2019 il settore intrattenimento e media conseguirà un incremento del 3,6% medio all’anno fino al 2019, arrivando a 34,8 mld di euro, parte derivanti dalla spesa degli utenti finali (27,7 mld, +4,6%), parte dalla pubblicità (7,1 mld, +0,2%).
elite banner 9b 2 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 820 del 30/09/2015
annunci radiotelevisivi newsletter - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 820 del 30/09/2015
xchange banner nl7 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 820 del 30/09/2015
banner Elite4 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 820 del 30/09/2015
 
"Wile e Coyote", così Barclays (banca internazionale britannica presente in oltre cinquanta Paesi) intitola un report appena diffuso sulle società televisive europee.
 
"A poco meno di un anno dalla quotazione in Borsa Rai Way definisce in modo organico le proprie linee di sviluppo – ha spiegato il numero uno del provider tlc del gruppo RAI, Camillo Rossotto – focalizzazione sul core business e su iniziative di efficienza operativa con conseguente espansione dei margini e della capacita’ di cassa".
Inaspettata o meno, è ferma la decisione di Sky: un perentorio no agli spot di Premium sul canale 8 del digitale terrestre. Con lo sfacciato sbarco sulla tv in chiaro (Cielo, Sky Tg24 e Mtv8), la strategia direzionale di Sky sembra sempre più puntare sul mercato pubblicitario.
Quest’anno il DAB festeggia i 30 anni. Non male per una tecnologia praticamente esoterica; almeno nel nostro paese. Dopo tre decenni, siamo ancora alla sperimentazioni su bacini (recentemente) estesi e le prospettive di un consolidamento sono a dir poco remote, stante l’indisponibilità di frequenze a causa dei rosicchiamenti determinati dalla necessità di spostare le tv sfrattate dallo sviluppo della banda larga mobile (necessità prevalente per il governo).

banner SIT b9 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 820 del 30/09/2015
banner Elite4 0 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 820 del 30/09/2015
banner Radio Mondo9 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 820 del 30/09/2015
Eppur si muove, verrebbe da dire galileicamente dopo aver letto le esternazioni di Maurizio Giunco, presidente dell’Associazione Tv Locali della Confindustria Radio Tv, che ha deciso di commentare l’incredibile ritardo ministeriale nella pubblicazione dei provvedimenti sottesi alla rottamazione delle frequenze incompatibili con le emissioni estere.
  newsletter bottomright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 820 del 30/09/2015
Come noto, Nielsen segue le abitudini dei consumatori italiani ed europei con la Global Survey “Trust in advertising”. I dati resi noti sul punto attestano che il 45% dei consumatori italiani considera credibili i consigli degli spot tv, il 74% quelli dei conoscenti diretti, mentre il 64% considera validi i commenti letti sui social network.
Interessante pronuncia del tribunale di Milano sull’obbligo di trasporto (cd. must-carry) satellitare: secondo l’organo giurisdizionale lombardo, la piattaforma sat di Sky, benché conveniente ed efficiente, non è insostituibile per un fornitore di contenuti/editore.
Maggiori tutele e più sicurezza per chi acquista via sms il biglietto dell’autobus o paga il parcheggio, usa i servizi di carsharing o bikesharing, accede ai varchi delle zone a traffico limitato attraverso il ricorso al credito telefonico o ad altri strumenti di pagamento (es. carta di credito).
Il datore di lavoro non può spiare le conversazioni Skype dei dipendenti. Il contenuto di comunicazioni di tipo elettronico o telematico scambiate dai dipendenti nell’ambito del rapporto di lavoro godono di garanzie di segretezza tutelate anche a livello costituzionale.
Una giornata dedicata interamente al mondo delle Tv Locali italiane con l’obiettivo di favorire il confronto tra editori, operatori del settore e rappresentanti dell’universo politico-istituzionale.
“Grave situazione finanziaria e tensione dei rapporti con i fornitori”: questo è il lugubre scenario di Radio Padania prospettato dallo stesso presidente Andrea Manzoni durante l’ultima assemblea dei soci a luglio, su cui pesava l’arduo compito di approvare un bilancio con un rosso da 1 mln di euro.
Il gruppo Prs continua a espandersi nel settore televisivo strappando alla concessionaria Capital la raccolta pubblicitaria nazionale di 7 Gold, che si affianca a quelle per Gazzetta Tv, Fine Living, La Effe, Agon Channel, i canali kids De Agostini e Discovery Channel.
La Guardia di finanza di Venezia ha scoperto una società del Polesine attiva come music provider con un archivio di 643.060 file musicali in formato elettronico in assenza di assolvimento preventivo dei diritti d’autore.
Lega Pallavolo Serie A Femminile e StreamAMG dal  12 ottobre daranno vita al canale televisivo a pagamento LVF TV che trasmetterà tutte le partite di Serie A1 che non saranno oggetto di trasmissione in chiaro su emittenti televisive nazionali.
Il canale andrà in
onda in live streaming sulla piattaforma integrata al sito ufficiale di
Angelo Borra, editore radiofonico privato della notte dei tempi, con il nome annotato nei libri di storia (se non altro perché, per convenzione, si fa decorrere l’avvio delle trasmissioni private in FM in Italia dall’accensione del trasmettitore della sua Radio Milano International), soleva dire che prima o poi ogni radiofonico (di quei tempi) si scottava con la televisione.
printfriendly pdf button - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 820 del 30/09/2015